23/07/2018quasi sereno

24/07/2018quasi sereno

25/07/2018possibile temporale

23 luglio 2018

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, infuria la polemica sul Centenario: "Continuiamo a dare soldi pubblici a chi non organizza in modo adeguato"

Il consigliere Saracino minaccia di ricorre al Difensore Civico Regionale per i dati sulla Pax Romana

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - Infuria la polemica sul Centenario a Vittorio Veneto. Il “flop” della mostra sulla Pax Romana a Villa Croze sembra aver risvegliato infatti i malumori finora sopiti dalle parti della minoranza: è stato il consigliere di Partecipare Vittorio, Matteo Saracino, a richiedere un accesso agli atti per conoscere i costi e il numero di accessi all’iniziativa.

 

I numeri dei visitatori sembrano però essere top secret: il sindaco Roberto Tonon ha risposto che “i dati sull’affluenza, per risultare significativi, devono essere comunicati al termine dell’iniziativa, e non sulla base solo delle prime giornate di apertura”. Questo perché “l’iniziativa in oggetto è inserita nel progetto del Centenario dal titolo “Ospiti in Pinacoteca” che si articola in momenti distinti all’interno di un unico percorso”.

 

Saracino ha così minacciato di ricorrere al Difensore Civico Regionale, qualora non gli venissero trasmessi i dati sulle presenze registrate alla mostra.

 

Lo stesso consigliere, ieri, aveva diffuso comunque una prima stima delle presenze: si parla di circa 20 accessi alla mostra dal 18 aprile. Una media di quasi un visitatore al giorno. Critica, sull’organizzazione del Centenario, anche la Lega, che ha puntato il dito sia contro la mostra di villa Croze sia contro l’iniziativa denominata “Giovani artisti internazionali”.

 

L’accusa del Carroccio – nel primo caso - è di scarsa trasparenza sui dati, oltre che di “pochezza del richiamo mediatico”. “Continuiamo a versare denaro pubblico a chi non sta di fatto organizzando o gestendo degli eventi in modo adeguato che, come annunciato più volte, dovevano avere un richiamo nazionale o quantomeno extraregionale e invece non riescono ad avere neanche un richiamo cittadino” ha dichiarato il consigliere leghista Gianluca Posocco.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×