25/11/2017pioggia

26/11/2017piovaschi e schiarite

27/11/2017sereno

25 novembre 2017

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, parti dell'antennone di Piazza Medaglie d'oro precipitano a terra

Il presidente del quartiere di centro Braido: "Sistematela oppure spostatela"

Roberto Silvestrin | commenti |

piazza medaglie d'oro antenna rotta

VITTORIO VENETO - La grande antenna di Piazza Medaglie d’oro fa discutere. E’ tornata sotto i riflettori questa mattina, dopo che parti della copertura esterna sono cadute a terra a causa del vento: il tratto di via Nannetti che porta alla fermata degli autobus, tra le poste ed il municipio, stamattina è stata chiusa, e l’area intorno al grande ripetitore è stata transennata.

 

Il fatto ha suscitato l’ira del presidente del quartiere di Centro, Giovanni Braido, che già stamattina ha scritto al sindaco Roberto Tonon: “Noto per l’ennesima volta e per il solito venticello che ogni tanto lambisce la nostra città, che l’antennone del centro è messo in “sicurezza”.

 

 

Si fa per dire, in quanto è circondato, insieme alla piazza della posta, dal nastro adesivo bianco e rosso, come se questo potesse impedire ai giovani scolari sprovveduti di evitarlo e di passare lo stesso vicino all’antenna”.

 

Sono quindi due le possibilità che si aprono – secondo Braido – per l’amministrazione: o sistemare il ripetitore, oppure trasferirlo in un luogo più sicuro. “Delle due l’una: o l’antenna è instabile e deve immediatamente sistemarla, magari stornando quegli inutili soldi spesi per il Palafenderl – scrive l’ex vicesindaco – Oppure deve spostarla in un luogo meno aperto e meno pericoloso per i cittadini tutti”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.924

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×