17 gennaio 2020

Oderzo Motta

VIVEVANO AD ANNONE, CHIEDEVANO L'ELEMOSINA A MOTTA

Nei guai due rumeni ospitati in un appartamento di Annone Veneto

| commenti |

| commenti |

VIVEVANO AD ANNONE, CHIEDEVANO L'ELEMOSINA A MOTTA

MOTTA DI LIVENZA – Vivevano di elemosine davanti al Santuario di Motta. Scoperti ad Annone Veneto due rumeni ospitati da una coppia di connazionali: non avevano presentato la dichiarazione di ospitalità prevista per legge.

E i due sono stati scoperti dopo un controllo in un appartamento da parte delle Forze dell’Ordine, ossia Carabinieri in collaborazione con la Polizia locale.

Avviati dunque i controlli per capire da quando sono in Italia: i cittadini comunitari possono rimanere 3 mesi in Italia senza obblighi particolari.

Alla scadenza del terzo mese c’è l’obbligo di dimostrare sia il luogo di residenza che i mezzi di sostentamento.

Le Forze dell'Ordine stanno appunto verificando questi particolari.

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

16/06/2017

A Oderzo stop all'elemosina

In città arriveranno presto anche dei manifesti per rinnovare l'invito a non dare denaro ai mendicanti

immagine della news

21/12/2014

Chiedevano l'elemosina: fermati

Tre agenti della Polizia locale e il sindaco hanno sorpreso due questuanti al mercato di Oderzo nonostante il divieto. Avevano raccolto 80 euro.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×