19/07/2018sereno con veli

20/07/2018possibile temporale

21/07/2018possibile temporale

19 luglio 2018

Castelfranco

Vuole uccidere un ratto, si spara al piede

Il 43enne ha afferrato l’arma, ma è partito accidentalmente un colpo

Matteo Ceron | commenti | (2) |

FONTE – Voleva uccidere un topo, per questo è andato a prendere il fucile da caccia del padre, ma è partito accidentalmente un colpo sul piede. L’episodio si è verificato ad Onè di Fonte, in un’abitazione di via Van Axel.

Protagonista un uomo di 43 anni, trasportato d’urgenza in ambulanza in ospedale per essere sottoposto alle cure del caso: l’alluce del piede sinistro è stato perforato dai pallini esplosi dal fucile.

 

L’uomo ha visto il ratto in casa e ne è rimasto particolarmente impressionato.

Per questo ha preso il fucile del padre, ma non ha fatto nemmeno in tempo a mirare verso l’animale. Prima ancora di arrivare nella stanza in cui si trovava è partito il colpo che l’ha ferito.

Immediatamente è stato dato l’allarme, l’alluce sarà salvato, anche se è stata diagnosticata una prognosi di trenta giorni.

 

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che accertato lo svolgimento dei fatti, potrebbero denunciare il padre dell’uomo per omessa custodia dell’arma.

Secondo quanto ricostruito, intatti, il fucile non era stato chiuso a chiave come avrebbe dovuto all’interno di un apposito armadietto, non consentendo ad altre persone di prenderla.

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


suona così assurda che la domanda sorge spontanea: sicuri che non è stato il ratto a sparare?

segnala commento inopportuno

Quando la gente mangia volpe a merenda, pranzo e cena si ottengono questi risultati.
Un titolo alternativo potrebbe essere:"Sanguinario Ratto clandestino spara al padrone di casa"

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.939

Anno XXXVII n° 13 / 5 luglio 2018

MOLLO TUTTO E VADO A VIVERE NELLA FORESTA

Christian Corrocher ha lasciato Conegliano, sua città natale, per andare a vivere nella foresta Amazzonica. Per anni ha mangiato solo pesce e yucca ed è vissuto senza elettricità, né acqua corrente. Questa è la sua storia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×