17 novembre 2019

Agenda

Why not choose love? A Mary Pickford Manifesto un film di Jennifer DeLia.

Proiezione speciale del film

Spettacolo - Teatro - Cinema

quando 14/10/2019
orario Dalle 16:00 alle 20:00
dove Collegio Armeno Moorat-Raphael, Palazzo Zenobio, Dorsoduro 2596, Venezia
prezzo Ingresso gratuito
info Maria Palladino 3341695479
organizzazione Storico e Critico d'Arte Prof. Giorgio Grasso, Critico d'Arte Maria Palladino

COMUNICATO STAMPA

PROIEZIONE SPECIALE DEL FILM "WHY NOT CHOOSE LOVE? A MARY PICKFORD MANIFESTO", DELLA REGISTA E PRODUTTRICE JENNIFER DELIA, E APERTURA DELLA MOSTRA COLLETTIVA INTERNAZIONALE “HUMANIZING THE ICON”.

Lunedì 14 Ottobre, dalle ore 16,00, presso Palazzo Zenobio, il Collegio Armeno Moorat-Raphael, Dorsoduro 2596, Venezia (nei pressi della Chiesa del Carmine), avrà luogo la

Conferenza di presentazione del film, inedito ed anticonvenzionale, "WHY NOT CHOOSE LOVE? A MARY PICKFORD MANIFESTO" della Regista e Produttrice, Sceneggiatrice, Attrice e Umanitaria Jennifer DeLia, la quale nella sua pluriennale esperienza nell'industria cinematografica ha partecipato ad importanti produzioni e lungometraggi, collaborando con grandi registi come Oliver Stone (“World Trade Center”), Wong Kar Wai (“My Blueberry Nights”), Mark Webber (“Explicit Hills”, premiato con l'Audience Award nel contesto del Festival South bySouthwest nel 2008). Fortemente incuriosita dal collegamento fra l'arte contemporanea e la cultura Pop, Jennifer DeLia ha inoltre collaborato con l'artista contemporaneo internazionale David LaChapelle, realizzando e ottenendo sponsorizzazioni per la più grande mostra d'arte contemporanea mai realizzata a Berlino, presso il Rodeo Club di Berlino Est nel 2006 e precedentemente in Brasile, dove ha condotto una ricerca sul commericio sessuale, portandovi il documentario sociale di LaChapelle “Rize” e iniziando contatti di rilievo che tuttora sono in via di sviluppo.

E' attualmente a capo della compagnia di produzione Poverty Row Entertainment.

Il suo lungometraggio d'esordio alla regia, Billy Bates, rappresenta la descrizione di un'esperienza pluristratificata sull'arte e sulla vita, l'identità e le proiezioni.

Il lungometraggio “Why not choose love? A Mary Pickford Manifesto” vuole essere la celebrazione della figura di Mary quale “Madre di Hollywood”, in occasione del centenario della fondazione della United Artists, prima casa di distribuzione e poi di produzione cinematografica ad Hollywood, da lei fondata insieme a Charlie Chaplin, Douglas Fairbanks e D. W. Griffith ed ella inoltre fu tra i trentasei fondatori della Academy of Motion Picture Arts and Sciences, organizzazione professionale nata nel 1927 in California per sostenere lo sviluppo dell'industria cinematografica nazionale e internazionale.

Nel contesto dell'evento verrà presentata la Mostra Collettiva Internazionale ad esso connessa "HUMANIZING THE ICON", a cura dello Storico e Critico d'Arte Prof. Giorgio Grasso, in collaborazione con il Critico d'Arte Maria Palladino.

Ospiti internazionali gli artisti contemporanei: Burton Machen, Celio Bordin, Exodeus Devi Avatara I Artha, Matt Smiley, Malin Sandberg.

Alle ore 17,30 avrà luogo una proiezione speciale del film, per la prima volta in Italia, con importanti ospiti internazionali, membri del cast e dello staff: Scott Haze (Charlie Chaplin), Jeroen Van Koningsbrugge (Adolf Zukor), Dan Kneece (Direttore della Fotografia), Nitsa Benchetrit e Martine Melloul (Produttrici).

Saranno presenti rappresentati della Fondazione BOA, nata nel 2015 a difesa delle popolazioni indigene, della cultura e tradizioni e dei territori naturali dell'Amazzonia, il cui impegno viene sostenuto dalla manifestazione, realizzando un'asta benefica per la raccolta fondi a favore dell'organizzazione, asta in cui verrà bandita una selezione di opere facenti parte della mostra.

(www.theboafoundation.org)

Saranno inoltre presenti alcuni responsabili della ACA Gallery di New York, cui si deve il prestito di alcune opere del pittore peruviano Pablo Amaringo, vegetalista e sciamano, fondatore della Usko-Ayar school of painting di Pucallpa, tuttora esistente, dove viene insegnata pittura, ma anche la sensibilizzazione alla preservazione dell'ecosistema e della cultura dell'Amazzonia Peruviana.

Aunty Ivy, Sapiente Universale, ed Indigena Sciamana, si unirà alla conferenza successiva al film, come rappresentante di antica saggezza e tradizione nativa americana. Aunty Ivy è allineata alla missione di Jennifer DeLia di portare luce ad Hollywood ed elevare il modo in cui le storie sono raccontate. Aunty Ivy ha intrapreso un cammino globale di tre anni per diffondere i suoi insegnamenti.

John Vaughn, famoso pianista, eseguirà la colonna sonora del film con Brooke Lundy. Altre performances speciali ad opera di Charlie Taylor e Scott Picard, entrambi di Los Angeles.

La manifestazione è sponsorizzata da: ACA Gallery, BOA Foundation, Associazione ADDA (Associazione Culturale Internazionale Difesa Diritti Artisti), Atelier Pietro Longhi.

La mostra resterà visitabile fino al 31 Ottobre, orario di apertura: martedì – domenica 10,00 – 18,00

Ingresso libero.

Per informazioni e contatti:

Maria Palladino, 3341695479 audramsa@outlook.it



Altri Eventi nella categoria Spettacolo - Teatro - Cinema

Gaiarine

18/11/2019 dalle 20:30 alle 22:30 - sala Damiano Chiesa, via per Brugnera 1 Francenigo di Gaiarine (TV)

Resina.

Film con il regista Renzo Carbonera

Montebelluna

18/11/2019 dalle 20:30 alle 22:30 - Cinema Italia Eden, Viale della Vittoria 31

PREY - PREDA.

MONDOVISIONI. I documentari di Internazionale

Appuntamenti in Evidenza

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×