14 dicembre 2019

Nord-Est

Zaia: "Una vergogna le truffe in sanità"

Il governatore del Veneto commenta il rapporto della Guardia di Finanza sulle truffe al servizio sanitario nazionale

commenti |

commenti |

Zaia:

VENEZIA - "Indignazione e disgusto: è ciò che si prova leggendo il rapporto della Guardia di Finanza sulle truffe al servizio sanitario nazionale che, stando ai controlli del 2013, provocherebbero un danno erariale pari a un miliardo di euro. Si tratta di risorse che dei veri e propri malviventi sottraggono agli ospedali, agli ammalati, alle famiglie bisognose, alla ricerca. Una malversazione insopportabile contro la quale il Veneto cerca di difendersi in tutti i modi, alleandosi sia con le Fiamme Gialle, che da sempre combattono contro questi crimini, sia con la Corte dei Conti".

 

Così il Governatore Veneto Luca Zaia, commentando il dossier sulle indagini condotte dalla Guardia di Finanza in questi anni in campo sanitario - dalle quali emerge un quadro avvilente fatto di appalti truccati, finte emergenze, false esenzioni, irregolarità, frodi e raggiri di ogni genere -, ricorda le iniziative promosse dalla Regione per cercare di assicurare la massima vigilanza possibile in questo delicato settore.

 

"Nel 2012 - spiega il Governatore - abbiamo rinnovato il Protocollo d'Intesa con il Comando regionale Veneto della Guardia di Finanza che attiva una collaborazione in materia di controllo della spesa sanitaria e da anni è in atto una convenzione anche con la Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale della Corte dei Conti che consente a quest'ultima di avvalersi della struttura regionale per l'attività ispettiva, di vigilanza e di indagine in materia sanitaria e sociale".

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×