24 febbraio 2020

Oderzo Motta

«Disservizio "venduto" come bella notizia»

Il PD mottense polemizza con Savno per la scelta di raccogliere il rifiuto secco ogni due settimane

commenti |

commenti |

«Disservizio

MOTTA DI LIVENZA – Savno, dal 1 luglio, ha reso quindicinale la raccolta del rifiuto secco.

 

Dunque si passa da ogni sette giorni ad una raccolta ogni due settimane. La scelta però non piace al gruppo politico locale del Partito Democratico.

 

Il cui circolo, nel proprio blog, non le manda certo a dire: «Il messaggio in sostanza dice: "Siete stati bravi nella raccolta ed è per questo che vi diamo un disservizio";  però tranquilli... non abbasseremo le bollette».

 

Il gruppo rincara la dose: «Se ci avessero detto: guardate che  mandiamo il personale in ferie e di conseguenza faremo un giro ogni 15 giorni, sarebbe stato molto più credibile.

 

Invece fanno passare un disservizio per una bella novità, peccato che nel calendario fornito ad inizio anno fosse già stato specificato che in Luglio sarebbero passati ogni 15 giorni a ritirare il secco.

Potenza della comunicazione fatta verso clienti di un mercato non libero. 

 

Ma gli amministratori oltre al lauto stipendio, avranno approvato questa presa per i fondelli o è solo la tecnica mediatica a dirci quanto sono bravi a prenderci in giro?»

 

Il gruppo conclude: «Adesso attendiamo quanto promesso nella palestra di Motta dal Presidente di Savno Riccardo Szumski di abbassare le bollette dal 5 al 10% per la buona volontà dei cittadini mottensi.

 

Specifichiamo mottensi, perché non tutti i Comuni fanno la raccolta porta a porta spinta, quindi vorremo che fossero premiati quanti si prodigano nella suddivisione del secco dell'umido della carta e della plastica, alleviando risorse che altrimenti avrebbe dovuto mettere in campo la SAVNO per differenziare al posto nostro».

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×