29 marzo 2020

Montebelluna

“Attenti, vi ammazzo il cane se lo trovo ancora in strada”

Minacciato un residente di Crocetta con un biglietto anonimo perché il cane ha il “vizietto” di andare in giro

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

“Attenti, vi ammazzo il cane se lo trovo ancora in strada”

CROCETTA DEL MONTELLO – Minacciato perché il cane è un po’ vagabondo e scappa. “Visto che hai paura ad aprire la porta a chi ti suona il campanello, la prossima volta che trovo il tuo cane fuori dal cancello in strada, e morsica il mio, te lo ammazzo (il tuo ne ha già ammazzato uno, non ti basta?). ATTENTI”: questo il testo del biglietto intimidatorio lasciato sul cancello di un residente di Crocetta, con tanto di minaccia di uccidergli il cane se viene trovato ancora per strada.

 

Toni minatori ai quali Andrea, proprietario del cane tanto “detestato” risponde con un tono per la verità altrettanto energico salvo poi precisare che: “Il mio cane purtroppo esce quando non siamo a casa, e ora, dopo aver provato qualsiasi soluzione, stiamo costruendo un recinto più grande per non farlo scappare ed evitare situazioni spiacevoli come queste! Detto questo, sul nostro paesino ci si conosce tutti bene o male… Se il mio cane combina guai son il primo a scusarmi e a prendermene le responsabilità! Non servono a niente bigliettini come questo!”.

 

Tanta l’indignazione in paese dove per la verità a destare biasimo è soprattutto la comunicazione anonima e minatoria, poiché di fatto più di uno ha ricordato al proprietario che i suoi cani, in realtà sarebbero più di uno, sono di fatto avvezzi al vagabondaggio e stanno in strada, con il rischio di provocare incidenti a chi transita.

 

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×