18 aprile 2021

Treviso

“Centri disabili della Marca in difficoltà per le troppe spese legate alla pandemia"

Zanoni: "La Regione preveda rimborsi in tempi rapidi”

| Margherita Zaniol |

| Margherita Zaniol |

Centro disabili

TREVISO - “Anche i Centri residenziali per disabili sono in forte sofferenza a causa della pandemia, che ha fatto crescere enormemente i costi, 100mila euro in più solo per la provincia di Treviso, un aumento medio del 30% per ogni struttura. È una situazione comune a tutto il Veneto, ma ad oggi non c’è alcuna delibera regionale che preveda rimborsi, mettendo a rischio un servizio fondamentale per persone particolarmente fragili”. Andrea Zanoni, consigliere regionale PD della Marca, rilancia l’allarme sulle difficoltà affrontate dalle Case alloggio e Rsa per disabili in conseguenza delle maggiori spese affrontate per fronteggiare la pandemia.

 

“È un quadro non troppo diverso da quello delle Rsa per anziani, su cui nei giorni scorsi abbiamo presentato un’interrogazione invitando la Giunta a intervenire per evitare un ulteriore aumento delle rette già adesso insostenibili per troppe famiglie. Qua però non è ancora stato preso alcun provvedimento di ristoro. Con l’esplodere dell’epidemia Covid-19, per gli ospiti è diventato impossibile uscire dalle strutture e ciò significa maggiori spese, a cominciare dal personale in turno 24 ore su 24 e dall’acquisto di tutti i dispositivi di protezione individuale”.

 

“Soltanto a metà gennaio la Regione ha chiesto una lista dettagliata delle spese aggiuntive, una mossa che arriva in forte ritardo visto che l’inizio dell’epidemia risale ormai a un anno fa. Ci auguriamo che le procedure siano rapide, perché più il tempo passa e più si aggravano i problemi: devono essere scongiurare ripercussioni sul servizio, tutelando al massimo operatori e utenti”.

 



Margherita Zaniol

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×