19 aprile 2021

Castelfranco

“Mi dispiace per Marcon ma non sono malato o contagioso e posso tranquillamente uscire di casa”

Sartoretto il candidato di Castelfranco Merita ufficializza la sua negatività Covid e si toglie qualche sassolino dalla scarpa

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Sebastiano Sartoretto

CASTELFRANCO – Dopo la notizia informale ora arriva la conferma ufficiale dell’ottimo stato di salute di Sebastiano Sartoretto, candidato sindaco a Castelfranco Veneto per la coalizione Castelfranco Merita. È lui stesso a firmare un comunicato pochi minuti fa in cui si toglie anche qualche “sassolino dalla scarpa” visto che a dare la notizia della sua positività al Covid era stato l’antagonista Marcon, sindaco uscente candidato del centrodestra.

Mi dispiace per Marcon ma i due tamponi di verifica sono negativi, quindi non sono malato o contagioso e posso tranquillamente uscire di casa. Probabilmente lo sa già, come sa e utilizza a suo piacimento tutti i dati sensibili di noi castellani, ma ho ritenuto giusto comunicarglielo”: ironizza Sartoretto, annunciando la fine della sua quarantena a seguito di un tampone Covid, “falso positivo”, eseguito per assistere l’anziana madre in ospedale.

Il politicamente disperato sindaco uscente - rincara la dose Sartoretto - forse non ha ancora capito in che guaio si è cacciato. Per un sindaco rivelare i dati sensibili dei suoi cittadini è gravissimo, tanto più se lo fa per finalità personali come è accaduto in questo caso. La paura di perdere gioca brutti scherzi, evidentemente. Oggi, se avesse un po’ di dignità, si dimetterebbe e chiederebbe scusa.

Se avesse un po’ di onestà intellettuale direbbe quante volte ha utilizzato dati sensibili dei nostri concittadini - situazioni economiche, pratiche urbanistiche e commerciali, condizioni patrimoniali, di salute e molto altro - per far patire ad altri, magari senza andare sui giornali, lo stesso trattamento, la stessa pressione, che ha fatto patire a me.

Se, poi, avesse a cuore Castelfranco, ritirerebbe la propria candidatura visto che, se per un caso del tutto fortuito dovesse vincere, sarebbe destituito nel giro di qualche mese, visto il percorso che farà in tempi molto brevi la giustizia, condannando la nostra città al commissariamento: una sciagura in tempi normali, un dramma vero e proprio in una fase di emergenza economica e sanitaria.

Non credo - conclude Sartoretto - che Marcon sia uno sprovveduto: sono convinto che conosca la legge e che l’utilizzo dei nostri dati, per produrre pressioni, sia un metodo consolidato. È tempo di voltare pagina: Marcon anche se vincesse decadrebbe prima di Natale, quindi tanto vale non votarlo. Ringrazio le migliaia di persone che mi hanno manifestato, da tutta Italia, la loro solidarietà rispetto ad una violenza come quella che ho subito: adesso restituiamo a Castelfranco quello che Merita!”.
 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

19/04/2021

Riaperture, anestesisti: "E' un errore"

"L'economia deve avere la precedenza sulla salute? Lo si dichiari" dice all'Adnkronos Salute Flavia Petrini, presidente della Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva

immagine della news

15/04/2021

Come usciranno i nostri figli dalla pandemia?

Se ne parlerà stasera e giovedì prossimo in due incontri on line proposti dall’associazione Famiglie 2000 di Treviso per affrontare le fragilità e investire sul benessere.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×