09/08/2022sereno

10/08/2022poco nuvoloso

11/08/2022parz nuvoloso

09 agosto 2022

Treviso

“Un Parco di Note” torna domani al Sant’Artemio a Treviso

L'apertura dei cancelli della struttura è programmata per le ore 16 con un ingresso completamente gratuito fino a esaurimento posti

| Tracy Ngumbao Jefwa |

immagine dell'autore

| Tracy Ngumbao Jefwa |

“Un Parco di Note”

TREVISO - A Treviso, domani, si svolgerà al Sant’Artemio “Un Parco di Note”, la quarta edizione dell’evento musicale, quest’anno organizzato in collaborazione con Munsincantus. Questa edizione si svolgerà per la prima volta in matinée, dentro al foyer, dalle 17 in poi. Ma per via della positività al Covid-19 di Fabio Sartori, attualmente a Londra, c’è stato un cambio last minute con il tenore, suo collega, Antonello Palombi, già stato protagonista nei più importanti teatri del mondo in opere come Carmen, Nabucco, e molte altre.

Fabio Sartori era stato già convocato nei giorni scorsi, dal direttore M° Antonio Pappano alla Royal Opera House per sostituire il tenore Jonas Kaufmann, anch'egli risultato positivo al Covid, nelle rappresentazioni di Cavalleria Rusticana e Pagliacci programmate per l'apertura del 5 luglio al Covent Garden di Londra. Ma nel corso delle prove svolte negli ultimi giorni, anche il cantante trevigiano assieme ad altri è risultato positivo al virus, facendogli rinunciare anche l’esibizione a Londra.

Il programma della serata lirica prosegue comunque in modo regolare, in due tempi: il concerto inizierà con il baritono Martini, con l’interpretazione dell’aria "Udite, udite, o rustici" da Elisir d'amore di Donizetti; seguita dal "E lucevan le stelle", da Tosca di Puccini, esibita dalla voce del tenore Palombi. Alla chiusura del primo tempo delle esibizioni ci saranno due brani, sempre da Tosca: la celebre aria "Vissi d'arte", cantata dalla soprano Isotton, e il duetto "Mario! Mario!", interpretato dalle voci di Chiara Isotton e Palombi.

La seconda parte della serata proseguirà con "Vesti la giubba", tratta dall'opera "Pagliacci" di Leoncavallo, eseguita dalla voce tenorile di Palombi, per continuare con "Non più andrai, farfallone amoroso" da "Le Nozze di Figaro" di Mozart con il baritono Martini, per poi continuare con la soprano Isotton con "Pace mio Dio" da "La forza del destino" di Verdi. In conclusione del concerto ci saranno due interpretazioni di coppia: "O Mimì, tu più non torni" dalla “Boheme”, eseguita dal tenore e dal baritono e, infine, "Ciel! mio Padre!" dall’ ”Aida”, duetteranno la soprano e il baritono.

L'apertura dei cancelli della struttura è programmata per le ore 16 con un ingresso completamente gratuito fino a esaurimento posti e l’evento si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti covid-19.

Il presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon commenta: “Diamo questo annuncio con grande dispiacere, aspettavamo Fabio Sartori con orgoglio e trepidazione per il concerto qui in Provincia; purtroppo il covid ha deciso che non doveva essere così. Per fortuna Fabio sta bene e rivolgo lui i migliori auguri di pronta guarigione, lo aspettiamo al Sant'Artemio il prima possibile. Un ringraziamento speciale ad Antonello Palombi, tenore di fama internazionale che siamo lieti di ospitare per la prima volta nella nostra “Casa”: a lui, insieme al soprano Chiara Isotton, al baritono Alex Martini e al maestro Federico Brunello diamo tutto il nostro supporto, con la certezza che anche quest'anno Un Parco di Note sarà una splendida edizione, ricca di novità e pronta a stupire il pubblico. Vi aspettiamo numerosi!”.

 

Immagine di repertorio 

 

 


 

 



foto dell'autore

Tracy Ngumbao Jefwa

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×