18 aprile 2021

Castelfranco

100 anni dalla canonizzazione di San Gabriele

San Zenone e i padri passionisti in festa

| Margherita Zaniol |

| Margherita Zaniol |

chiesa dei Padri Passionisti

SAN ZENONE DEGLI EZZELINI - Ci sarà anche il Vescovo della diocesi di Treviso, monsignor Michele Tomasi, alle celebrazioni per il Centenario della canonizzazione di San Gabriele dell’Addolorata in programma la prossima settimana a San Zenone degli Ezzelini dove ha sede la chiesa dei Padri Passionisti dedicata al Santo di origini umbre. Era il 3 maggio 1920 quando papa Benedetto XV proclamò santo quel ragazzo, morto in giovane età, che scelse la congregazione passionista come stile di vita.

 

Ad un secolo dalla sua canonizzazione, con un anno di ritardo a causa degli impedimenti legati all’emergenza sanitaria, i padri passionisti di San Zenone organizzano una cinque giorni di celebrazioni religiose a partire da lunedì 22 febbraio che culmineranno domenica 28 febbraio con la partecipazione del Vescovo Tomasi. Un calendario ricco di appuntamenti, curato dal padre passionista Angelo Zilioli, con sante messe dedicate ai fidanzati e alle coppie giovani, alle coppie ferite, ai malati e ai sofferenti, alle vocazioni alla vita religiosa e ai genitori che hanno perso un figlio.

 

Sabato 27 febbraio, giorno della morte di San Gabriele avvenuta nel 1862 a soli 24 anni all’Isola del Gran Sasso d’Italia in provincia di Teramo, è previsto un triplo appuntamento con la Santa messa alle 7.00, l’incontro con i bambini della scuola elementare alle 14.30 e la Santa Messa e l’adorazione eucaristica in parrocchia alle 19.00. Il clou delle celebrazioni è atteso per domenica 28 febbraio con la Santa messa delle 7.00 e quella della 9.00 a cui seguirà, alle 15.00, l’incontro del Vescovo Michele Tomasi con i ragazzi delle scuole medie, superiori e i giovani in parrocchia e alle 16.30 la Santa Messa presso la Chiesa dei Passionisti in onore di San Gabriele presieduta dallo stesso Vescovo.

 

Spiega Padre Angelo: “La settimana darà avvio all’anno giubilare in ricordo di questa figura religiosa molto importante per la comunità non solo perché a San Gabriele è dedicata la chiesa dei passionisti di San Zenone, ma anche perché è il protettore dei giovani e degli studenti. Ricordo anche che durante tutto il 2021 sarà possibile ricevere l’indulgenza nella nostra chiesa così come in tutte le chiese dedicate a San Gabriele”. Domenica 28 febbraio sarà adibito un parcheggio auto con servizio navetta per il Convento presso Autotrasporti Pellizzari in via Castellaro. Durante l’anno centenario sono previste altre celebrazioni e manifestazioni, con un calendario che sarà definito prossimamente.

 

La storia del Santo

Francesco Possenti nacque ad Assisi nel 1838. Perse la madre a quattro anni. Seguì il padre, governatore dello Stato pontificio, e i fratelli nei frequenti spostamenti. Si stabilirono, poi, a Spoleto, dove Francesco frequentò i Fratelli delle scuole cristiane e i Gesuiti. Durante la processione dell'icona del duomo di Spoleto, il 22 agosto 1856, Francesco sentì una voce interiore che lo invitava a lasciare la vita borghese per farsi religioso passionista. A 18 anni entrò nel noviziato dei Passionisti a Morrovalle (Macerata), prendendo il nome di Gabriele dell'Addolorata. Morì nel 1862, 24enne, a Isola del Gran Sasso, in Abruzzo, avendo ricevuto solo gli ordini minori. In allegato la locandina delle celebrazioni.

 



Margherita Zaniol

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×