26/01/2022nubi basse

27/01/2022nebbia

28/01/2022parz nuvoloso

26 gennaio 2022

Vittorio Veneto

2 GIUGNO: TRA UNITA' E FEDERALISMO

Pienone per la celebrazione voluta dal sindaco Da Re

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

VITTORIO VENETO - Buona partecipazione, ieri 2 giugno, alla festa della Repubblica voluta dall'amministrazione leghista e celebrata alla presenza di numerose autorità in piazza del Popolo.

Presenti oltre alle forze armate, rappresentate dal 1° FOD, anche il prefetto Capocelli, il procuratore della Repubblica Fojadelli, il questiore Damiano, il vicepresidente della Provincia Floriano Zambon. A lato della cerimonia ufficiale, l'esposizione dei mezzi delle forze armate e della Protezione Civile.

Il sindaco Gianantonio Da Re nel suo discorso, applaudito dai presenti, ha sottolineato il valore della Costituzione italiana - "siamo orgogliosi della costituzione che ha dato vita alla democrazia" - e l'urgente necessità di riforme verso un Italia federalista. Ha inoltre ribadito la primaria funzione delle forze armate nel garantire la sicurezza interna dello stato "ed è grazie a loro - ha sottolineato il sindaco - che possiamo godere della nostra libertà".

"L'unità della Repubblica - ha detto Da Re - non è solo unità dello Stato, ma è formata da comuni, province, città metropolitane, regioni. Un unione delle diversità - ha sottolineato il primo cittadino - e no un'omologazione".

Nel suo discorso, terminato con un "Viva la Repubblica italiana" Da Re ha voluto ricordare il sacrificio dei tanti uomini italiani morti in missione, da ultimi i due militari deceduti in Afghanistan, con un minuto di silenzio.

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

01/06/2016

Il 2 giugno festa a Mogliano

A 70 anni dal Referendum istituzionale che trasformò l'Italia da Monarchia a Repubblica, giovedì appuntamento in centro

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×