26 gennaio 2020

Nord-Est

250 mila veneti dipendenti dal gioco

La prevenzione parte da "Scommetti su te stesso"

commenti |

commenti |

250 mila veneti dipendenti dal gioco

VENEZIA - "Scommetti su te stesso": è il titolo di un progetto di prevenzione della dipendenza da gioco d'azzardo proposto dalla Comunità Terapeutica San Francesco di Monselice (Padova), nel territorio dell'Azienda Ulss n.17, approvato dalla Giunta regionale, su indicazione dell'Assessore ai servizi sociali Remo Sernagiotto.

 

"Il gioco d'azzardo - sottolinea l'Assessore - è un fenomeno in costante crescita che, si stima, interessi circa 250 mila veneti tra i 15 e i 64 anni giocatori a rischio moderato-grave e di questi 24 mila giovani; i servizi per le dipendenze del Veneto nel 2011 ne hanno intercettati e presi in carico 765 di cui 637 maschi e 128 femmine".

 

"Per affrontare al meglio questa insidiosa forma di dipendenza che tanta sofferenza causa a chi ne è affetto e alle famiglie dal punto di vista psicologico ed economico - sostiene - serve un coordinamento delle strutture sociali e sanitarie, pubbliche e del privato sociale e nel Veneto; da questo punto di vista si stanno facendo passi in avanti, esempio ne sia la proposta di prevenzione che arriva da Monselice e che abbiamo finanziato con 50 mila euro; il progetto avrà durata di due anni e sarà di prevenzione, sensibilizzazione, formazione, ascolto e presa in carico dei problemi che riguardano il gioco d'azzardo nel territorio della bassa padovana".

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×