11/08/2022parz nuvoloso

12/08/2022nubi sparse

13/08/2022sereno

11 agosto 2022

Vittorio Veneto

3500 km in bici. Tra le scosse del centro Italia

Alberto è tornato casa. E racconta la sua esperienza

| Stefania De Bastiani |

immagine dell'autore

| Stefania De Bastiani |

3500 km in bici. Tra le scosse del centro Italia

CORDIGNANO - “Sentire una scossa 7.1 sotto i piedi è un’esperienza che difficilmente ti levi dalla mente”. Alberto Tocchet, 43enne di Cordignano, non poteva di certo immaginare che durante il suo viaggio in solitaria in bicicletta avrebbe sentito tremare la terra più volte e si sarebbe trovato tra le macerie di Norcia ed Amatrice.

 

Partito da Cordignano lo scorso ottobre per affrontare in autonimia (con tenda e viveri) un percorso di 3000 chilometri, il cicloamatore ha dovuto affrontare non solo le sfide che poteva prevedere, ma anche situazioni ben più impegnative. “Quando c’è stato il terremoto alle 7.30 del mattino ero in un agriturismo - racconta Alberto – e le parole del titolare mi sono rimaste impresse: "Questa – mi disse l'uomo terrorizzato – è la fine”.

 

Alberto ha vissuto due terremoti, ma la sua avventura, tirando le somme, è andata anche bene: “Escludendo le 12 forature, i tre giorni sotto la pioggia e il furto anomalo della borraccia – racconta il cicloamatore – è andato tutto bene. Ho anche sbagliato strada, allungato il percorso, affrontato salite e dislivelli non previsti, ma in fondo fa parte della sfida. In ogni posto in cui mi sono fermato ho trovato una grande ospitalità, soprattutto dall’Emilia in giù. In molti insistevano per ospitarmi, e una sera mi hanno addirittura portato la pizza in tenda”.

 

Alberto, dopo 3.518 chilometri, 38 giorni di viaggio e 37 tappe, ha fatto ritorno a Cordignano lo scorso 1 dicembre. Quando, ad aspettarlo all’Osteria al Moro a Ponte della Muda, c’erano una cinquantina di persone. “Sono pure arrivato in ritardo sulla tabella di marcia – racconta Alberto – perché dopo Mestre mi si è bucata per l’ennesima volta una ruota”. Un’esperienza turbolenta, la rifaresti? “Sto già pensando al prossimo itinerario”.

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×