28/01/2022sereno

29/01/2022poco nuvoloso

30/01/2022sereno

28 gennaio 2022

Mogliano

Accordo Comune e sindacati per le fasce deboli

Rinnovata ieri l’intesa tra amministrazione comunale di Mogliano Veneto e le sigle CGIL, CISLe UIL

|

|

Rinnovata ieri l’intesa tra amministrazione comunale di Mogliano Veneto e le sigle CGIL, CISLe UIL

MOGLIANO - Rinnovata a Mogliano la stretta collaborazione tra Amministrazione comunale e sindacati confederali, Cgil, Cisl e Uil, che, nel sottoscrivere un protocollo di intesa anche per il 2018, hanno verificato la sostanziale identità di vedute tra i punti cardine delle politiche attuate dal Comune e quelli della piattaforma confederale.

“Sviluppo sostenibile, politiche sociali in grado di fare rete a sostegno di tutta la popolazione in particolare quella vulnerabile, attenzione alle nuove forme di difficoltà a disagio, continuo miglioramento dei servizi a tassazione invariata, sinergia con l’ULS per le prestazioni sanitarie, valorizzazione del volontariato e dell’associazionismo con percorsi partecipativi su molteplici aspetti dell’amministrazione cittadina, sono i temi sui quali a Mogliano si sta lavorando e sui quali puntano anche i sindacati.

Ritengo che dal confronto siano emersi margini di miglioramento di cui ci siamo impegnati a valutare la fattibilità, a partire da una possibile esenzione dell’addizionale Irpef per i redditi fino a 10 mila euro. Verificheremo se la situazione del nostro bilancio ci consentirà di “rinunciare” ad un introito di circa 46 mila euro, senza andare ad intaccare alcun servizio”, ha commentato il Sindaco Carola Arena.

L’obiettivo delle sigle sindacali su questo terreno a Mogliano è aumentare gradatamente l’esenzione fino a 12 mila euro, portando la platea dei contribuenti esenti a oltre 2.500 soggetti, con un minor introito per le casse comunali di oltre 100 mila euro.

Il Sindaco ha ricordato che l’Amministrazione, nel riconoscere la centralità della tutela delle fasce più deboli della popolazione per le proprie politiche, garantisce irrinunciabili interventi economici a favore del sostegno alle famiglie, con 190 mila euro per il minimo vitale e reddito di inclusione e 40 mila per pagamento TARI, 425 mila euro per assistenza anziani e disabili (domiciliare, telesoccorso e teleassistenza, pasti a domicilio, sostegno associazioni che si occupano di Parkinson e Alzheimer), 260 mila euro ad integrazione delle rette di istituti di ricovero, oltre a contributi nascita figli, famiglie numerose, monogenitoriali o con figli disabili, a donne in difficoltà, agli anziani, col sostegno al Circolo ricreativo, 50 mila euro per consentire lo svolgimento di pratiche sportive ai figli di famiglie a basso reddito, strumento di aggregazione e contrasto al disagio sociale. Inoltre sono attivi progetti di sostegno contro il rischio di esclusione sociale (60 mila euro), per l’inserimento lavorativo, per fronteggiare l’emergenza abitativa, per l’integrazione dei migranti. Inoltre, 50 mila euro sono stati stanziati per la creazione del centro di sostegno alle famiglie con familiari afflitti da Parkinson ed Alzheimer presso il Gris.

Tra gli investimenti previsti per il 2018 il Sindaco ha ricordato ai rappresentanti dei sindacati gli 800 mila euro per l’ampliamento del Circolo ricreativo anziani, i 600 mila euro per l’ampliamento e l’adeguamento della sede del Distretto socio sanitario, sostenuto anche dall’ULS, dove troveranno spazi adeguati i servizi sanitari per la popolazione.

Altre richieste delle Organizzazioni Sindacali sui quali il Sindaco Arena ha ribadito la disponibilità, sono l’adesione al Patto Antievasione con Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza entro il 2018, l’avvio di un percorso condiviso di monitoraggio del tessuto economico, produttivo e sociale moglianese, per definire un piano di sviluppo sostenibile, sul quale orientare anche i servizi pubblici locali, con investimenti mirati alla creazione di opportunità di lavoro a beneficio delle comunità.

In materia di salute, nuova organizzazione delle ULS e riforma delle IPAB, le parti ritengono necessario un confronto sulla programmazione dei piani di zona con Conferenza sindaci e sindacati, un monitoraggio della programmazione regionale sulla rete ospedaliera, azioni per il funzionamento concreto della Centrale operativa territoriale e delle Aggregazioni funzionali territoriali, il completamento delle forme associate di medicina di gruppo integrata, il miglioramento dell’attività dei distretti con le strutture di riabilitazione e assistenza e la garanzia dei livelli essenziali di assistenza.
 

 



Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×