25 ottobre 2020

Mogliano

Addio allo scrittore Mario Schiavato

Lutto da Quinto a Fiume per la scomparsa di una delle voci più rappresentative della letteratura della minoranza italiana di Fume

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Mario Schiavato

QUINTO - Lutto nel mondo della cultura per la scomparsa all'età di 89 anni del trevigiano Mario Schiavato. Scrittore, poeta e alpinista, Schiavato è stato una delle voci più genuine e rappresentative della letteratura della minoranza italiana di Fume e della Croazia.

Nato nel 1931 a Quinto di Treviso, a causa del conflitto mondiale, nel 1942 si trasferì con la famiglia a Dignano, dove trascorse gli anni della sua adolescenza. Dopo la fine della guerra la famiglia Schiavato tornò in Italia, Mario rimase, trasferendosi poi a Fiume per rimanervi. Qui trovò impiego presso la casa editrice Edit.

Dopo aver fatto il correttore di bozze del quotidiano La Voce del Popolo, fino al pensionamento lavorerà come linotipista. Nel tempo libero e da pensionato è stato anche un valente alpinista, partecipando a numerosi spedizioni.

Molto ampia la sua produzione letteraria, nei generi della narrativa per ragazzi. Nel 1954 pubblicò il suo primo libro con Edit, “I ragazzi del porto”. Di grande successo il romanzo breve “Mini e Maxi”, dal quale è stato tratto uno spettacolo teatrale messo in scena dalla compagnia del DrammaItaliano. Ha vinto ben quattro volte il prestigioso premio letterario “Drago Gervais”, e ha ottenuto anche il premio “Poesia in Piazza della Città di Muggia”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Mogliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×