26/01/2022nubi basse

27/01/2022nebbia

28/01/2022parz nuvoloso

26 gennaio 2022

Vittorio Veneto

ADSL WANTED: 1/3 DELLA VAL DEI FIORI HA GIA' DETTO SI'

Ieri sera sono stati presentati i risultati

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

ADSL WANTED: 1/3 DELLA VAL DEI FIORI HA GIA' DETTO SI'

Vittorio Veneto - Si è svolto ieri sera alla presenza dell'Assessore all'Informatizzazione, Antonio Miatto, la presentazione dei risultati che i giovani di Karpesika hanno ottenuto grazie all'invio a tutte le famiglie del quartiere Val dei Fiori di un modulo di adesione pro adsl.

Il territorio che va da Formeniga a Ceneda Bassa, da Cozzuolo a Confin non è infatti coperto da internet veloce. Qui l'unico modo alternativo alla navigazione a 56K, molto lenta, è quello di munirsi di una chiavetta con gestori di telefonia mobile, con servizi non sempre affidabili, o di optare per un collegamento wi-fi, molto più oneroso (si va dai 24 ai 40 euro in media di canone mensile, a cui si aggiungono 360 euro per l'installazione dell'antenna), ma possibile solo per chi ha una casa che "guarda" senza ostacoli ad uno dei ripetitori posizionati sul territorio.

"Come quartiere abbiamo iniziato a muoverci circa un paio di anni fa" ricorda Varaschin, presidente del quartiere "ma è stato impossibile contattare Telecom, non si sa con chi si debba parlare".

Stessa difficoltà l'hanno riscontrata anche i giovani di Karpesika, che ieri sera, soddisfatti già delle 230 adesioni su 800 lettere spedite, hanno nuovamente sottolineato - anche alla presenza dell'assessore Miatto - che i residenti della Val dei Fiori non sono interessati al servizio wi-fi, perchè di prestazione inferiore alla rete tradizionale e non adatto ad un territorio come questo morfologicamente vario.

In occasione dell'incontro si è cercato di ipotizzare altre vie da percorrere oltre a Telecom, che aveva comunicato, così ha spiegato Miatto, di non aver interessi a portare l'adsl in questo territorio. Se non potrà dunque armare Telecom la cabina presente a Carpesica (un intervento valutato in circa 70mila euro che permetterebbe di portare i cavi dell'adsl in tutta la zona) si percorreranno altre strade. Ieri sera i residenti, supportati dall'assessore, hanno ipotizzato Fastweb, che ha già una cablatura che da Cozzuolo sale alla Val Lapisina, e Asco.

"Nel 2010", hanno detto i presenti, "non è possibile che nelle nostre abitazioni non ci sia ancora l'adsl, un bene, che nell'era della globalizzazione, è diventato primario". Alcuni residenti hanno poi sottolineato come anche loro paghino un servizio a Telecom (ovvero il canone) che però, a differenza di altri vittoriesi, non possono usufruire in tutte le sue potenzialità. E dalla loro parte, ora, hanno ben 230 adesioni.

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

29/08/2012

ADSL A BUSTA? ANCORA NIENTE

Continuano le lamentele dei residenti per la mancanza del servizio. L’assessore: “Capiamo il disagio dei cittadini, ma dipende dagli interessi dei privati”

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×