18 aprile 2021

Treviso

Aeroporto San Giuseppe: 127.000 euro stavano per essere illecitamente importati o esportati dai passeggeri

Rimborsi accise per circa 820.000 euro dall'Agenzia Dogane e Monopoli di Treviso

| Margherita Zaniol |

| Margherita Zaniol |

ADM (Agenzia Dogane e Monopoli) di Treviso

TREVISO - Nonostante l’emergenza dovuta alla crisi sanitaria mondiale e alle sue ripercussioni sull’economia, nel corso del 2020 i funzionari ADM (Agenzia Dogane e Monopoli) di Treviso hanno continuato a operare a sostegno delle imprese del territorio e della comunità.

"Grazie anche all’assidua opera di sensibilizzazione in materia di semplificazioni all’esportazione, attuata mediante seminari informativi e comunicazioni dirette alle realtà economiche, l’impegno di ADM - si legge in una nota stampa -, per il rilancio e il sostegno dell’export nei svariati settori produttivi (tessile, calzaturiero, vinicolo, agroalimentare e produzione mobili), ha portato al rilascio di 129 nuove autorizzazioni allo status di esportatore autorizzato e 126 nuove autorizzazioni all’esportatore registrato- REX".

Inoltre sono state trattate ed evase 201 pratiche di rimborso siderurgico in esportazione a favore delle società richiedenti, con la restituzione di circa 400.000 euro ed erogati rimborsi accise per circa 820.000 euro.

Sebbene il contesto pandemico abbia comportato la parziale chiusura dell’Aeroporto San Giuseppe, nel corso dei primi mesi del 2020 i funzionari ADM, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza, hanno scoperto circa 127.000 euro che stavano per essere illecitamente importati o esportati a seguito dei passeggeri. In particolare, sono state contestate 11 violazioni e sono stati riscossi circa 4.300 euro a titolo di sequestro valutario e di sanzioni amministrative.

 


| modificato il:

Margherita Zaniol

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×