29/09/2022possibili temporali

30/09/2022pioggia debole

01/10/2022parz nuvoloso

29 settembre 2022

Conegliano

Ai trevisani piace violento. Boom del sadomaso nella zona del coneglianese

Natascia ci porta a conoscere il mondo dei sex toys. Frequentato anche dagli 80 che, al sexy shop, si fanno accompagnare dalla badante

| Stefania De Bastiani |

immagine dell'autore

| Stefania De Bastiani |

Ai trevisani piace violento. Boom del sadomaso nella zona del coneglianese

SAN VENDEMIANO - Le dimensioni non contano. Ora meno che mai. Il meglio dei vibratori che si può trovare sul mercato, infatti, misura pochi centimetri e assomiglia più a un fermacarte che a un pene. Eppure, ti assicura l’orgasmo, che tu sia da sola o in coppia.
Ad accompagnarci nel mondo dei sex toys di ultimissima generazione è Natascia, del sexy shop di San Vendemiano, che ci spiega come i vibratori odierni non abbiano nulla a che vedere con i prototipi del 1700, ma nemmeno con gli strumenti utilizzati negli anni 90, di forma fallica e lunghi 18 cm. “Di questi – dice Natascia mostrandomi la fedele riproduzione di un pene – è pieno il mondo. Le donne, se sono in cerca di un vibratore, vogliono qualcosa di più”.

Il sex toy che indossa la donna. Per Natascia il top di gamma

I vibratori bluetooth. I sex toys, oltre a non avere più l’aspetto di un membro maschile, non necessitano nemmeno più di batterie. Si ricaricano a corrente e, attraverso bluetooth, vengono controllati con una app scaricabile sullo smartphone. Questo permette non solo l’autoerotismo, ma agevola anche i rapporti a distanza. “Molte coppie utilizzano questi dispositivi per fare sesso virtuale – spiega Natascia – lei si tiene il vibratore, lui si scarica l’app e così possono, in un certo senso, avere rapporti pur vivendo distanti. Non è la stessa cosa, certo, ma è meglio che niente”.
“Questo è il top che c’è ora sul mercato – la ragazza mi porge una specie di clip – Viene indossato dalla donna e stimola insieme il clitoride e il punto G. Viene controllato da smartphone e si può utilizzare a casa, ma anche in giro…oltre che in coppia. Durante un rapporto sessuale, la vibrazione stimola lei e anche lui, migliorando notevolmente la prestazione”.

Il vibratore più potente per la donna

“Poi c’è questo – Nathasha mi mette in mano una specie di grosso spermatozoo che vibra tantissimo – Un sex toy solo per lei, il più potente. Questo invece – porge un anello gigante – viene indossato dall’uomo, all’attaccatura del pene. Serve per stimolare lui e, nel rapporto sessuale, sbattendo contro il clitoride, dà piacere anche a lei”.
Non sono infatti solo le donne ad acquistare giocatoli erotici. Anzi. “Credo di avere più clienti maschi…”, spiega Natascia. E cosa comprano?

L'anello per il pene

Le vagine ansimanti. Come le donne sostituiscono il pene con il vibratore, gli uomini cercano surrogati ai genitali femminili: vagine finte che si muovono e che, volendo, ansimano. Non solo: per l’uomo è pieno di stimolatori prostatici, che oltre a essere di grande aiuto in caso di eiaculazione precoce, permettono di prevenire disfunzioni alla prostata. I sex toys, infatti, non servono solo ad aumentare il piacere durante un rapporto sessuale o a ottemperare alla mancanza di un partner.

I sex toys fanno bene alla salute. Nel 1734, in Francia, fu inventato il primo stimolatore genitale femminile per curare le pazienti affette da isteria e, come spiega Natascia: “E’ anche uno strumento utile per allenare e rafforzare quei muscoli che, come tutti gli altri, dopo una certa età si afflosciano”.

La clientela, a San Vendemiano, è molto varia. “Abbiamo qualche uomo in più, ma il rapporto tra maschi e femmine è abbastanza equo – riferisce Natascia - L’età è varia: i clienti hanno dai 20 anni agli 80. C’è un nonnino della zona che ogni settimana viene con la badante. Si prende sempre un film porno. Dice che, alla sua età, non può far altro che guardare. Mi chiede consigli sui film e ci tiene che siano in italiano”. Ci sono anche molte coppie che vengono insieme. E le richieste sono tra le più svariate…



Il boom del sadomaso nel coneglianese. “Abbiamo dovuto ampliare questa zona– Natascia mi porta nel reparto ‘frustini e manette’ – In questi ultimi anni c’è stata una notevole crescita di richieste per quanto riguarda il bondage e il fetish. Catene, manette, fruste… queste genere di cose va alla grande”. Effetto 50 sfumature di grigio? “Non credo, ma ogni volta che esce un capitolo della saga vendo scatole di palline vaginali”.


E questo pene gigante? Un mostro grosso quasi quanto un palo della luce cattura la mia attenzione. “Quello è per la penetrazione anale. Ma è solo per gli uomini: le donne, per natura, non possono arrivare a tanto”.


 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×