28/01/2022nubi basse

29/01/2022velature sparse

30/01/2022sereno

28 gennaio 2022

Castelfranco

All'Art Voice Academy una borsa di studio dedicata a Stefano D'Orazio

L'accademia diretta dal maestro Basso offre la possibilità a giovani cantanti di formarsi nella musica pop rock. Scadenza del bando: 30 giugno.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Roby Facchinetti e Diego Basso, ideatori della borsa di studio

CASTELFRANCO - “Chi fermerà la musica” non è solo una delle più famose canzoni dei Pooh, ma è anche l’“inno” dell’Art Voice Academy, vero manifesto di come la musica possa affrontare e vincere tutte le avversità, compresa la pandemia. Per suggellare il legame con la storica band italiana, il direttore Diego Basso, assieme a Roby Facchinetti, cantante e tastierista dei Pooh, ha ideato la “Young Pop Rock Music Award”, la prima borsa di studio in Italia dedicata a Stefano D'Orazio, il batterista dei Pooh scomparso nel novembre scorso.

La borsa di studio, le cui domande potranno essere presentate fino al 30 giugno, è destinata ai giovani cantanti di età tra i 14 e i 30 anni, di qualsiasi nazionalità, che avranno la possibilità di crescere musicalmente e professionalmente attraverso il percorso accademico in canto pop rock del Centro di Alta Formazione per lo Spettacolo ed esibirsi dal vivo con l'Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana.

L’iniziativa, che ha trovato il supporto di Tiziana Giardone, moglie di D’Orazio, ha già attratto numerose iscrizioni da tutta Italia. Una volta vagliate le candidature, a luglio vi saranno le audizioni e infine assegnata la borsa di studio. La commissione giudicatrice sarà formata da musicisti di alto livello: oltre a Facchinetti, saranno presenti anche Marco Falagiani e Francesco Sartori, compositori di grandi successi mondiali.

«Siamo molto soddisfatti di come stanno andando le iscrizioni e della qualità delle candidature pervenute. – dichiara il maestro Basso – Auspichiamo che il nome di Stefano abbia una risonanza positiva anche nel loro cuore come lo ha nel nostro. Ringrazio Tiziana Giardone, moglie di Stefano, per la sensibilità con la quale ha condiviso questa iniziativa e gli artisti che hanno accettato di far parte della Commissione artistica».

«È una iniziativa che apprezzo moltissimo – dichiara Tiziana Giardone – Stefano ha sempre creduto nella forza che anima i giovani che desiderano intraprendere un percorso artistico. Se attraverso la borsa di studio “Young Pop Rock Music Award” riusciremo a regalare un sogno ai nostri giovani e a promuoverne la loro crescita artistica sono certa che Stefano ne sarebbe tanto felice e, conoscendolo, esclamerebbe il suo “Che Meravigliaaaa!”».

 



foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×