29 marzo 2020

Oderzo Motta

Annegato a Jesolo, oggi l'addio a Malik

A Ceggia un momento di preghiera mentre in Senegal si svolgono i funerali

| commenti |

| commenti |

Annegato a Jesolo, oggi l'addio a Malik

CESSALTO - Questo pomeriggio (domenica) alle 15 si svolgerà in palazzetto dello sport a Ceggia, Venezia, un momento di preghiera per ricordare Malik Diegne, il 23enne di origini segnegalesi morto affogato il giorno di ferragosto a Jesolo. Il feretro è già partito ieri per il Senegal dove arriverà questa mattina. Da Dakar sarà trasferito nella città di origine di Touba, dove sarà sepolto.

 

Nel pomeriggio a Touba si svolgerà il funerale in rito islamico, la religione della famiglia di Malik. Contemporaneamente a Ceggia inizierà il momento di preghiera. Malik lavorava all’azienda Bfr Group Costruzioni Meccaniche, attiva nella zona industriale di Cessalto, a pochi minuti di strada da Ceggia. Dunque saranno in tanti, anche ex colleghi di Cessalto, che saranno presenti quest’oggi per un momento di preghiera ed un saluto organizzato insieme ai familiari dall’associazione Multietnica di Ponte di Piave e Salgareda.

 

L’associazione si riconosce nella confraternita “Muridiyya” (dall’arabo “mourid”, ossia “discepolo” ). È una delle più diffuse confraternite islamiche fondata a fine Ottocento ed è quella della famiglia di Malik. In questo ambiente Malik partecipava all’attività del coro denominato “Khassida” che propone canti tipici della confraternita musulmana dei “Muridi”. Sono una quindicina di ragazzi che in questo modo mantengono la cultura d’origine anche tra le giovani generazioni.

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×