22 aprile 2021

Montebelluna

Arriva il centro commerciale e il comune corre ai ripari per tutelare i negozi di vicinato

Il Sindaco in diretta web ha spiegato la strategia del Comune

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Pederobba “Area 151 Shopping” - Grande Centro Commerciale

PEDEROBBA - Sono state presentate ieri sera in streaming le contromisure che il Comune di Pederobba metterà in campo a favore dei negozi di vicinato e del territorio comunale per reggere l’onda d’urto che potrebbe provocare l’apertura, nell’area che un tempo era occupata dalla Funghi del Montello, del Grande Centro Commerciale “Area 151 Shopping”. Date le restrizioni sanitarie imposte dal Covid, il Sindaco di Pederobba – Marco Turato – ha voluto rivolgersi alle Associazioni di Categoria, ai consulenti aziendali, ai commercialisti, alle realtà produttive e commerciali locali e a tutti i Cittadini attraverso un incontro in diretta trasmesso su diverse piattaforme web.

La ditta che sta realizzando il nuovo centro commerciale nel suo sito spiega che: “L’Area di circa 68.000 mq, di proprietà di E.MA.PRI.CE., è situata in Comune di Pederobba compresa tra la S.R. 348 “Feltrina” e la S.P. 26 “Pedemontana del Grappa”. L’area è in testa ad una zona industriale e commerciale che si sviluppa lungo l’asse stradale definito dalla “Feltrina”. I lavori eseguiti consistono in opere di demolizione dei fabbricati preesistenti, con annessi interventi di bonifica, rimodellazione del sito attraverso scavi di sbancamento di materiale ghiaioso al fine di portare la quota dell’area al piano stradale. Il progetto di sviluppo dell’area prevede la realizzazione di edifici a destinazione commerciale, direzionale e servizi alla persona per mc 350.000”.

Ma ecco il lungo del discorso tenuto dal sindaco durante la diretta online: “Abbiamo avvertito l’urgenza – afferma Turato – di portare a tutti un aggiornamento sul tema del Centro Commerciale che sta per aprire e sulle azioni che vanno concretizzate per tutelare e, in qualche modo, per aiutare le realtà commerciali e i negozi di vicinato del nostro territorio. Grazie alla pressione, ma anche ai veri e propri attacchi che ormai cinque anni fa avevamo comprensibilmente subito da parte delle Associazioni di Categoria e di molti dei nostri titolari dei negozi di vicinato preoccupati per l’arrivo del Centro Commerciale, come Amministrazione Comunale ci siamo battuti al tavolo regionale per imporre all’azienda promotrice di adottare una serie di azioni e misure concrete di contemperamento urbanistico-ambientale e, soprattutto, socio-economico.

Oltre alla realizzazione dell’ampliamento della Scuola con l’annessa sistemazione urbanistica dell’area esterna per un valore superiore a € 1.800.000, oltre alla realizzazione di una pista ciclabile che da Onigo consentirà di arrivare in sicurezza all’interno della zona industriale e, poi, fino al Centro commerciale, ad una serie di prescrizioni progettuali che hanno interessato la costruzione del complesso con materiali eco-compatibili, con tecniche di risparmio energetico, con fotovoltaici, il tetto verde, la raccolta e riuso di acqua piovana, l’insonorizzazione per ridurre l’inquinamento acustico, la piantumazione di verde e tante altre azioni più o meno vantaggiose ed utili per il territorio e che verranno realizzate con cadenze temporali anche fra loro diverse, oltre a tutte queste cose – spiega il Sindaco – abbiamo ottenuto che a ridosso del porticato attraverso il quale i clienti del Centro Commerciale camminano per raggiungere i negozi, venisse messo a disposizione, per sempre, dalla EMA.PRI.CE., un doppio spazio di 70 mq nel quale il Comune potrà, ad esempio, provvedere ad organizzare un mercato dei prodotti agricoli del territorio, con la possibilità della vendita diretta dei prodotti locali, con il consumo sul posto, con una proposta di ristorazione “finger food” e la presentazione delle sue aziende agricole.

Potranno presentarsi anche start-up, soprattutto di giovani, tanto del settore commerciale quanto di quello artigianale e di nuovi servizi digitali. Su questi spazi potranno, poi, esporre e vendere le sei rinomate Piccole Produzioni Locali di Pederobba. Gli spazi potrebbero diventare una vetrina anche per i bed&brekfast di Pederobba, per gli agriturismi, per mostrare che a Pederobba abbiamo maneggi, una scuola di equitazione, abbiamo la Citta degli Aironi, che è riconosciuta come Important Birth Area a livello europeo con un Centro Visite Guidate per scolaresche che possono scendere dal treno e sfruttare particolari momenti didattici. Tutto questo dovrà essere messo a sistema e, per questo – precisa Turato – possiamo contare sul coordinamento di un professionista espressamente designato. Vi sarà anche un pannello elettronico multimediale con informazioni in tempo reale sulle notizie ed avvenimenti, con la promozione e l’informazione su percorsi ed eventi culturali ed enogastronomici locali, su realtà artigianali e su eccellenze presenti all’interno del territorio comunale. Accanto a tutto questo – continua il Sindaco Turato – è stata prevista anche la realizzazione di un’applicazione informatica per la promozione dei negozi di vicinato e delle loro offerte e servizi. Anche questo strumento – sottolinea Turato – sarà finanziato dal Centro Commerciale che pagherà gli oneri connessi all’avvio, ma anche tutte le implementazioni che si renderanno necessarie per concretizzare il progetto nei 5 anni successivi.

Il contenuto e la sostanza del progetto, invece, verranno costruiti ed assemblati assieme ai negozi e sulla base delle loro richieste e, ovviamente, attraverso una ditta specializzata di riconosciuta esperienza che ieri è intervenuta in diretta. Vorrei poi ricordare – aggiunge il Sindaco – che vi sono anche altre azioni variegate tra cui i corsi di lingua straniera, uno di inglese e uno di tedesco, da ripetersi per 2 anni e rivolti ai responsabili e ai titolari delle attività commerciali presenti nel Comune di Pederobba. Servirà, pertanto, l’impegno anche delle Commissioni Attività Produttive e Agricoltura – conclude il Sindaco – perché oltre a dare spessore a tutte queste misure a suo tempo imposte nell’autorizzazione commerciale regionale a favore anche dei negozi di vicinato, a Pederobba dovremo attuare anche il nostro Piano del Distretto del Commercio che da poco è stato premiato e riconosciuto dalla Regione del Veneto tra i 17 progetti meritevoli di finanziamento”.

FOTO tratte dal sito di E.MA.PRI.CE. S.p.A.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×