28/11/2021pioggia e schiarite

29/11/2021sereno

30/11/2021velature lievi

28 novembre 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

ASD Sinergie Soligo: quando lo sport anima i sentimenti migliori

Divertimento al posto di vittoria, solidarietà invece che invidia

| Tiziana Benincà |

immagine dell'autore

| Tiziana Benincà |

asd sinergie soligo mountain bike

FARRA DI SOLIGO - “L’importante è partecipare”. Sembra un proverbio troppo vecchio per essere ancora valido ai nostri giorni, eppure ci sono delle società sportive in cui il divertimento e le Sinergie vengono ancora messe al primo posto.

Succede proprio questo presso l’ASD Sinergie Soligo, dove l’allenatore Moreno Viotto, aiutato da Giorgio Bernardi, incita i ragazzi a divertirsi, sempre.

“Gli allenatori hanno un atteggiamento verso i bambini che li sprona a divertirsi e non alla vittoria. Non abbiamo mai visto invidie, ma una sana competizione che invita ognuno a dare il meglio di sé” commentano le mamme entusiaste di questa società che fa divertire i bambini e crea un rapporto sano tra loro e lo sport.

Grazie anche alla pandemia che ha precluso certe discipline, la squadra del paese è cresciuta fino ad arrivare a circa 25 bambini e 9 tra esordienti, allievi e junior: si parte dai 5 per arrivare ai 17 anni.

I grandi aiutano i piccoli, li incoraggiano, li coinvolgono e li invogliano. Si sono create delle belle Sinergie anche tra le famiglie e per tutto questo vogliamo ringraziare gli allenatori che ci mettono il cuore con i nostri figli!”

Si tratta proprio della squadra del paese, tanto che tutte le piccole attività locali si sono dimostrate subito pronte a dare il proprio contributo come sponsor per sostenere questa realtà che affonda le sue origini negli anni ‘70/80 con la GS Soligo.

“La mountain bike è un modo per imparare a prendere consapevolezza della strada, per rendere i ragazzi autonomi, visto che possono andarci da soli e per insegnare loro ad organizzare al meglio il proprio tempo, senza contare una migliore conoscenza dell’alimentazione che incide sulle prestazioni.” continuano le mamme.

Lo scopo è creare una squadra dove divertirsi, dove le gare diventano un momento di festa con cibarie per tutti a fine competizione, durante la quale il tifo è uguale per tutti, senza distinzione di età e sesso.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Tiziana Benincà

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×