21 febbraio 2020

Italia

La barba? Una moda da 20mila batteri

commenti |

commenti |

La barba? Una moda da 20mila batteri

E' il feticcio di attori e calciatori, diventando negli ultimi anni il vessillo della moda 'hipster'. La barba folta, seppur ben curata, lavata e tagliata seguendo la moda degli ultimi anni (simile a quella dei pionieri dell''800) nasconde molte insidie per l'igiene: può essere la culla di migliaia di batteri. Sulla pelle possono essercene fino a 20 mila.

Questa la conclusione dello studio firmato da Anthony Hilton, capo del dipartimento di biologia dell'Aston University (Gb), pubblicato su 'Anaesthesia'. "La barba ospita più batteri rispetto a un viso ben rasato - precisa il ricercatore al 'Daily Mail' - anche dopo averla lavata i germi rimangono un pericolo per la pelle. Se si è raffreddati è facile che gli Stafilococchi, batteri che causano diverse malattie, rimangano intrappolati a lungo nei peli. E se si bacia una persona ecco che si diffonde il batterio". Della stessa opinione è Ron Cutler, specialista dell'Università Queen Mary di Londra: "La barba può diffondere le infezioni".

Mentre a difendere la 'reputazione' della barba è Hugh Pennington, professore emerito di batteriologia dell'Università di Aberdeen. "Ci sono gli stessi batteri che vivono sul derma del viso - precisa - La barba non è un problema d'igiene nè un rischio per la salute".

 

Lo studio dell'Aston University ha esaminato il contenuto delle mascherine indossate dagli specialisti in sala operatoria, 'barbuti' e 'glabri'. Ebbene, il numero di batteri raccolti era maggiore nel primo caso. Ma su questo punto non ci sono linee guida specifiche e servono altri studi per arrivare a stabilire se effettivamente è poco igienico per un chirurgo portare la barba.

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×