29 marzo 2020

Conegliano

Cannabis legale, negozio preso d’assalto. Arrivano anche i Carabinieri

Mary: “Dopo l’articolo uscito su OggiTreviso picco di clienti”. Il sindaco: “Queste cose mi fanno infuriare”

| Stefania De Bastiani | commenti |

immagine dell'autore

| Stefania De Bastiani | commenti |

Cannabis legale, negozio preso d’assalto. Arrivano anche i Carabinieri

SAN FIOR – La notizia della vendita di cannabis legale ha fatto il giro del web e, al Van Gogh Tatoo di via Nazionale a San Fior, per tutta la giornata di venerdì c’è stato un continuo via vai di persone. “Dopo la pubblicazione del vostro articolo – ci riferisce Mary – c’è stato un picco di clienti mai visto. Venerdì abbiamo lavorato tantissimo, poi sabato e domenica eravamo chiusi, e lunedì è ricominciato il giro”.

 

Pare proprio che l'idea della cannabis legale che, ripetiamo: non sballa, piaccia ai trevigiani. Ma non al sindaco di San Fior Gastone Martorel: “Non sono certo che sia proprio tutto legale – commenta il primo cittadino – Ma preferisco non pronunciarmi, perché queste cose mi fanno infuriare. E’ come con il gioco d’azzardo…è legale, riempie le casse dello Stato, ma poi le famiglie vengono a chiedere aiuto in Comune. Comunque manderò dei controlli – conclude Martorel – in questa faccenda voglio vederci chiaro”.

 

Un’occhiata, le forze dell’ordine, l’ha già data: “Sono arrivati i Carabinieri – spiega Mary – è normale, ma noi ovviamente non abbiamo niente da nascondere. La notizia ha avuto un’eco pazzesca e abbiamo ricevuto un sacco di apprezzamenti. Abbiamo visto che il sindaco non è proprio d’accordo, ma credo che sia perché non ha capito bene di cosa si tratta. Il nome ‘cannabis’ può trarre in inganno. Ma qui non si tratta di sostanze psicotrope".

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×