03/07/2022sereno

04/07/2022pioggia debole e schiarite

05/07/2022poco nuvoloso

03 luglio 2022

Valdobbiadene Pieve di Soligo

I Comuni di Farra di Soligo, San Pietro di Feletto e Refrontolo uniscono le forze

Parteciperanno al bando del PNRR da 5 milioni di euro con lo scopo di ottenere dei contributi destinati alla rivitalizzazione urbana

| Tiziana Benincà |

immagine dell'autore

| Tiziana Benincà |

bandi PNRR per aggregazione sociale per giovani

REFRONTOLO / FARRA DI SOLIGO / SAN PIETRO DI FELETTO - L’unione fa la forza e così i Comuni di Farra di Soligo, San Pietro di Feletto e Refrontolo hanno deciso di unirsi per partecipare al bando del PNRR da 5 milioni di euro con lo scopo di ottenere dei contributi destinati alla rivitalizzazione urbana per migliorare non solo il decoro urbano, ma soprattutto il tessuto sociale. Pensando alla comunità sono stati individuati degli stabili da sistemare per renderli dei luoghi di aggregazione rivolti in particolar modo ai giovani, attraverso attività sociali, culturali, educative e ricreative.

Farra di Soligo si è proposto come Ente capofila con l’obiettivo di realizzare un intervento di ristrutturazione del centro sociale di Col San Martino. L’immobile, oltre a disporre di una sala riunioni, contiene varie stanze che sono concesse in uso alle associazioni locali ed è anche la sede dell’ambulatorio del medico di base: intervenire sull’edificio significa rendere più fruibile un luogo di aggregazione” commenta il sindaco Mattia Perencin.


A Refrontolo abbiamo individuato come strategica la ristrutturazione dell’immobile ex cinema parrocchiale, di proprietà della parrocchia che, tramite apposita convenzione, potrà essere utilizzato a scopi sociali e ricreativi, con particolare riguardo alle esigenze di spazi aggregativi per i giovani. In particolare, l’intenzione è quella di procedere ad un adeguamento sismico delle strutture e ad una riqualificazione energetica ed impiantistica dell’immobile” spiega il primo cittadino Mauro Canal.


“Abbiamo deciso di ristrutturare il corpo adiacente il palazzo municipale denominato “ex canonica” che fu un tempo infermeria e biblioteca” conclude il sindaco di San Pietro di Feletto Maria Assunta Rizzo “per destinarlo con finalità socio-culturali, in un “Centro di aggregazione” in particolare per i giovani”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Tiziana Benincà

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×