25/09/2022nubi sparse e rovesci

26/09/2022nubi sparse

27/09/2022nubi sparse e temporali

25 settembre 2022

Sport

Altri Sport

"Con Leinster sarà una gara dalla grande intensità"

Il biancoverde Giacomo Da Re commenta la gara che affronterà il suo Benetton Rugby venerdì sera in Irlanda

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Giacomo Da Re

TREVISO - Il Benetton Rugby è col morale alto a seguito della vittoria nel debutto dello United Rugby Championship per 33-11 contro i Glasgow Warriors. Venerdì sera per i Leoni il secondo round di campionato: i biancoverdi voleranno a Dublino per affrontare in trasferta il Leinster. A presentare la sfida a BENTV è Giacomo Da Re, mediano di apertura.

Giacomo, che energia si respira all’interno dello spogliatoio?
“Portare a casa la prima partita contro Glasgow è una cosa molto soddisfacente per tutti. Il morale è molto alto, siamo fiduciosi e siamo partiti col piede giusto“.

Quali pregi ricavare dalla prima vittoria e cosa serve rivedere in vista di Leinster?
“Contro Glasgow abbiamo mostrato molte cose positive, tra cui la gestione del gioco al piede, la struttura difensiva e anche la connessione tra di noi. Possiamo migliorare sicuramente l’attacco; ci sono stati buoni spunti, però possiamo essere più consistenti sotto quel punto di vista”.

Che tipo di squadra è Leinster?
“A Dublino mi aspetto una partita con un livello di intensità molto alto. Sappiamo che Leinster è tra le squadre migliori del campionato, una formazione che fa dell’attacco il suo punto di forza”.

Cosa provi a indossare la maglia del Benetton Rugby?
“Per me è un sogno poter vestire questa maglia. Ho iniziato a giocare in Ghirada e a Treviso all’età di sei anni. Ho continuato questo percorso sperando di indossare la maglia della Prima Squadra. Perciò per me è un sogno incredibile e me lo voglio godere dal primo momento”.

Negli ultimi anni hai giocato estremo, ma ultimamente stai rivestendo il ruolo di mediano di apertura. Come ti senti in questa nuova veste tattica?
“In giovanile sono partito da apertura, poi col tempo mi hanno spostato ad estremo e devo dire che negli ultimi anni mi è stata data fiducia da numero 10 e io sono confidente nel ricoprire il ruolo di mediano. Sono anche aiutato dalla squadra che mi dà supporto e piena fiducia. Giocare da mediano di apertura mi piace”.

 



Gianandrea Rorato

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×