28/05/2022temporale

29/05/2022nuvoloso

30/05/2022nuvoloso

28 maggio 2022

Conegliano

Conegliano: una raccolta fondi per il Cras di Treviso, il centro che ha salvato il piccolo Bianco

L’ha lanciata la pagina Facebook “Fototrappolaggio Treviso”, gestita da Giuseppe Zoppè

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Conegliano: una raccolta fondi per il Cras di Treviso, il centro che ha salvato il piccolo Bianco

CONEGLIANO - Una raccolta fondi per il Cras di Treviso, il centro di recupero degli animali selvatici. L’ha lanciata la pagina Facebook “Fototrappolaggio Treviso”, gestita da Giuseppe Zoppè.

 

“Grazie a chi vorrà di buon cuore partecipare a questa raccolta fondi – scrive il gestore della pagina, che è seguita da più di 6mila persone -. Anche una piccola donazione farà sicuramente la differenza”. Zoppè segue da anni gli spostamenti di Bianchina e del piccolo Bianco, i caprioli albini di Collalbrigo. La famigliola, infatti, è diventata un vero e proprio simbolo delle colline coneglianesi. Bianco è stato recuperato il 17 novembre scorso proprio dai responsabili del Cras trevigiano.

 

Il piccolo è stato trovato senza forze, in stato quasi comatoso: i volontari, allertati da un residente, lo hanno trovato in un vigneto, smentendo così la notizia della presunta morte del capriolo. Grazie alle cure del centro, Bianco è tornato in libertà il 18 dicembre scorso. In quattro mesi il Cras di Treviso ha recuperato oltre 1600 animali e ha curato ben 1730 esemplari.

 

Leggi anche: 

Conegliano, la favola a lieto fine dei caprioli albini

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×