19 giugno 2021

Esteri

Contadino sposta il confine con la Francia: ora il Belgio è più grande

L’uomo era probabilmente infastidito dalla pietra che intralciava il suo percorso

|

|

trattore

BELGIO - Quella pietra del 1819, posizionata dopo la sconfitta di Napoleone per delineare il confine tra Belgio e Francia, era d’intralcio a un agricoltore. E per questo il contadino, che passa di lì ogni giorno con il proprio trattore, l’ha spostata. Un cambiamento di 2,29 metri che è finito sulla stampa internazionale e potrebbe portare alla convocazione di una commissione di frontiera franco-belga, inattiva dal 1930.

 

La vicenda è stata riportata dalla Bbc. Siamo a Erquelinnes, paesetto del Belgio, e a scoprire il cambiamento è stato un appassionato di storia locale che è passato di lì. Le autorità ci hanno scherzato su: il sindaco della cittadina belga si è detto “felice” del fatto che la sua città ora sia più grande, mentre il primo cittadino del vicino paesetto francese ha dichiarato di non essere d’accordo sul fatto di perdere due metri di territorio.

 

Ironia a parte, la vicenda è giunta alle autorità belghe che stanno cercando di mettersi in contatto con il contadino per chiedergli di rimettere la pietra al suo posto. Se questo non lo facesse, il caso potrebbe finire in mano al ministro degli esteri del Belgio che potrebbe appunto convocare la commissione di frontiera.

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×