03 aprile 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Controlli Coronavirus, vita sempre più dura per gli spacciatori... Arrestato un 28enne vicino a Lidl di Valdobbiadene

I carabinieri l'hanno notato mentre stavano pattugliando l'area

| Matteo Ceron | commenti |

immagine dell'autore

| Matteo Ceron | commenti |

spaccio droga

VALDOBBIADENE – Sempre più dura per gli spacciatori... Coi controlli serrati che vengono effettuati continuamente per verificare il rispetto dei divieti del governo per limitare la diffusione del Coronavirus, i pusher hanno molte più possibilità di essere pizzicati dalle forze dell’ordine.

 

Così è stato ieri sera per un marocchino di 28 anni residente a Valdobbiadene, un disoccupato già noto alle forze dell’ordine, fermato nei pressi del parcheggio del supermercato Lidl, in via Erizzo a Valdobbiadene.

 

I carabinieri l’hanno notato mentre stavano passando vicino al parcheggio nel corso di un controllo per verificare il rispetto delle disposizioni per il contagio da Covid-19 e si sono avvicinati. Dopo averlo identificato, hanno fatto scattare la perquisizione: addosso aveva 42 grammi di hashish, 6 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione.

 

Oltre ad essere stato arrestato in flagranza per spaccio di stupefacenti, il 28enne è stato denunciato anche per il reato di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, in quanto si trovava al di fuori della propria abitazione senza un motivo valido.

Su disposizione della Procura è stato poi trasferito in carcere.

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×