29 marzo 2020

Vittorio Veneto

Cordignano, mette i soldi per fare benzina e si distrae: l'altro fa rifornimento al posto suo e scappa

I Carabinieri di Cordignano hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica un 56enne

| commenti |

| commenti |

Cordignano, mette i soldi per fare benzina e si distrae: l'altro fa rifornimento al posto suo e scappa

CORDIGNANO - I Carabinieri della stazione di Cordignano, al termine delle indagini, hanno individuato gli autori di due episodi di furto avvenuti a Cappella Maggiore e Cordignano. Il primo risale al 12 giugno 2019, a Cappella, all’interno di un bar di via Anzano, dove un uomo italiano di 60 anni, pregiudicato, aveva rubato uno smartphone del valore di 750 euro dalla borsa di una cliente.

 

Le immagini delle telecamere di sicurezza hanno permesso di risalire all’identità dell’autore del furto.

 

Il secondo risale al 1 settembre 2019, a Cordignano, in un distributore di carburanti in via Strada Maestra d’Italia, dove un uomo italiano di 56 anni, incensurato, approfittando del momento di distrazione di un altro cliente che aveva appena inserito le banconote all’interno del sistema di pagamento self-service, aveva effettuato il rifornimento alla propria autovettura, per poi allontanarsi.

 

Anche in questo caso decisive sono state le immagini delle telecamere del sistema di sicurezza dell’area di servizio, che hanno inquadrato la targa dell’auto rifornitasi indebitamente. Il danno è stato pari a 30 euro.

 

Entrambi i soggetti sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Treviso per il reato di furto.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×