24 ottobre 2020

Treviso

Coronavirus all'ex caserma Serena: via ai tamponi per i 350 ospiti

Il sindaco Conte: "Oggi, con l'emergenza Covid in corso, non si può più prevedere una struttura con oltre 300 persone al suo interno"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

tamponi caserma Serena

CASIER - Sono iniziati oggi, mercoledì 29 luglio, i tamponi a tutti i 350 ospiti e operatori dell’ex caserma Serena, tra Treviso e Casier, dopo che nei giorni scorsi, sono risultati positivi al Covid-19, tre richiedenti asilo, di cui uno con sintomi influenzali.

Da questa mattina sotto i gazebo allestiti all’estero del centro di accoglienza, gli operatori sanitari dell’Ulss2 e il personale della croce rossa sta eseguendo i primi test. Il tutto sotto la sorveglianza delle forse dell’ordine per evitare che si verificano nuove proteste, come era accaduto a metà giugno in seguito ad un esito di positività al Codiv-19 riscontrato in un operatore.

Sui nuovi casi di positività è intervenuto anche il sindaco di Treviso, Mario Conte: “I nuovi casi di positività all’interno dell’ex caserma Serena confermano ancora un volta che oggi, con l’emergenza Covid ancora in corso, non possiamo più prevedere una struttura con più di 300 persone al suo interno. Non possiamo più correre questo rischio” - sottolinea Conte.

“Per questo ho già chiesto un incontro al Prefetto Laganà per parlare del futuro dell’ex caserma”. “Sul fronte dei controlli abbiamo spiegato ai ragazzi, ospiti del centro di accoglienza, che i controlli e i tamponi sono fondamentali in queste situazioni e vanno fatti a tutti, sono fiducioso che questa volta non ci saranno rivolte”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×