07 luglio 2020

Benessere

Coronavirus: l’emergenza crea opportunità di carriera medica in Sardegna.

| AdnKronos |

| AdnKronos |

Coronavirus: l’emergenza crea opportunità di carriera medica in Sardegna.

Roma, 26 mar. (Labitalia) - AAA medici cercasi. Sono diverse le strutture ospedaliere che in questi giorni stanno intensificando le proprie campagne di recruiting per completare o potenziare gli organici. Perché la diffusione del Coronavirus, pur nell’emergenza, sta creando anche alcune opportunità professionali come nel caso del Mater Olbia Hospital in Sardegna. In Italia si laureano circa 10mila medici ogni anno, ma ad accoglierli ci sono soltanto 7mila contratti nelle scuole di specialità. Il numero ridotto di posti disponibili fa sì che molti neolaureati scelgano di trasferirsi nei Paesi europei vicini, 'regalando' all’estero l’ingente investimento per la loro formazione, come emerge dall'analisi ‘Le cifre dei profili medici in Italia e l'impatto del coronavirus’ di Randstad Research, il centro di ricerca del Gruppo Randstad.

Nell'emergenza per contrastare Covid-19, però, si delineano delle opportunità di impiego per medici e infermieri specializzati: un'occasione per dare un supporto al sistema Paese per uscire dall'emergenza ma anche per costruire una nuova vita lavorativa, rientrando in Italia dall'estero o magari scegliendo di operare in contesti geografici in cui, fino ad oggi, le occasioni di impiego erano limitate.

Un esempio? La Sardegna che vede aprirsi delle opportunità per anestesisti e infermieri specializzati da impiegare presso il Mater Olbia Hospital (www.materolbia.com), struttura di eccellenza, risultato della partnership fra Qatar Foundation Endowment e Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs, operativa già da alcuni mesi e che in questa fase di startup sta rafforzando il proprio organico per mettere a disposizione del territorio il proprio reparto di terapia intensiva all'avanguardia. Un'opportunità per essere in prima linea nel contrasto all'epidemia da Coronavirus e, perché no, magari per rientrare nel proprio territorio di origine o per compiere una scelta professionale e di vita nuova.

In particolare il Mater Olbia sta ricercando varie figure professionali specializzate: infermieri di terapia intensiva, medici anestesisti e rianimatori, un medico di direzione sanitaria. Per gli infermieri di terapia intensiva e rianimazione i requisiti richiesti sono laurea infermieristica; eventuale master in area critica o Scienze infermieristiche di anestesia e terapia intensiva; esperienza minima di 3 anni; lavoro su 3 turni, anche durante weekend e festivi; disponibilità immediata. Il candidato/a ideale ha già maturato una significativa esperienza nella mansione all’interno di reparti di Terapia Intensiva post operatoria e Rianimazione; si occuperà di soddisfare i bisogni degli utenti afferenti ai diversi settings di competenza del ruolo, lavorando in équipe professionale e multidisciplinare destinata a favorire il benessere dell’utente. Completano il profilo la flessibilità e capacità di gestione dello stress. Si offre contratto a tempo indeterminato, full-time; inquadramento livello D del Ccnl Aiop.

Per il profilo di medico anestesista questi i requisiti richiesti: laurea in Medicina e specializzazione in anestesia e rianimazione; esperienza minima 2 anni; disponibilità immediata; alta qualità del lavoro eseguito e professionalità. Il candidato/a ideale ha già maturato una significativa esperienza nella medesima mansione; si occuperà di attività di sala operatoria e guardia attiva di rianimazione; ed è richiesta flessibilità e capacità di gestione dello stress. Si offre contratto a tempo indeterminato, full-time.

Per il medico di direzione sanitaria i requisiti richiesti sono la laurea in Medicina e specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva; esperienza minima 3 anni; disponibilità immediata; alta qualità del lavoro eseguito e professionalità. ll candidato/a ideale ha già maturato una significativa esperienza nella medesima mansione; si occuperà dell’organizzazione tecnico-funzionale dei servizi e della gestione della documentazione clinica; collaborerà con la Direzione Sanitaria per la verifica del corretto funzionamento del presidio e l’organizzazione e lo sviluppo l’organizzazione dei diversi servizi; si interfaccerà costantemente con i responsabili di Uoc e con i Responsabili delle funzioni centrali. Anche in questo caso necessaria flessibilità e capacità di gestione dello stress. L'inquadramento prevede un contratto a tempo indeterminato, full-time.

 



AdnKronos

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×