04 giugno 2020

Esteri

Coronavirus, "non è ancora picco in Europa: presto per revoca misure"

| commenti |

| commenti |

Coronavirus,

"Nonostante le prime evidenze, da parte di Italia e Austria, che il numero di casi e decessi" da coronavirus Sars-CoV-2 "stia diminuendo, al momento non esiste alcuna indicazione a livello Ue/Eea (Spazio economico europeo) del raggiungimento del picco dell'epidemia".

 

Lo spiega il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc), che ha pubblicato una nuova valutazione del rischio Covid-19 per Ue/Eea e Regno Unito. Sebbene "di recente, in alcuni Paesi Ue/Eea, il numero di nuovi casi e nuovi decessi segnalati quotidianamente sembra essere leggermente diminuito", osserva l'Ecdc, "molti Paesi dell'area stanno attualmente testando solo casi gravi o ospedalizzati, pertanto questi trend devono essere interpretati con cautela".

 

In generale, ammonisce l'organismo europeo, "sulla base delle prove disponibili, è attualmente troppo presto per iniziare a revocare tutte le misure di distanziamento fisico e comunitario nell'Ue/Eea e nel Regno Unito. Prima di prendere in considerazione la revoca di qualsiasi misura, gli Stati membri dovrebbero garantire l'istituzione di sistemi avanzati di test e sorveglianza basati sulla popolazione e ospedalieri, per informare e monitorare le strategie di escalation/de-escalation e valutare le conseguenze epidemiologiche".

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×