04 giugno 2020

Esteri

Coronavirus, un caso positivo al Cremlino

| commenti |

| commenti |

Cremlino

Un caso di Covid-19 confermato al Cremlino. Il portavoce Dmitry Peskov ha escluso che il funzionario dell'amministrazione presidenziale risultato positivo abbia avuto contatti con il presidente Vladimir Putin. Sono state adottate tutte le misure necessarie per evitare una ulteriore diffusione del coronavirus, ha aggiunto.

La Russia conferma altri 196 casi di Covid-19, registrati nelle ultime 24 ore, e i dati ufficiali parlano di 1.036 casi di infezione. Secondo quanto riportano i media russi, 157 nuovi casi si registrano a Mosca, dove le autorità confermano il decesso di un'altra persona per un totale di tre morti con coronavirus. Nelle ultime 24 ore sette persone sono state dimesse dagli ospedali e in totale sono 45 i pazienti dimessi.

La Russia si prepara a chiudere bar e ristoranti. Resteranno chiusi da domani fino al 5 aprile nel tentativo di contenere la diffusione del contagio. Restano consentiti i servizi di take away, secondo un decreto del premier Mikhail Mishustin pubblicato sul sito web del governo. Il premier, riporta l'agenzia Tass, chiede di limitare gli spostamenti e ha deciso la sospensione da domani fino al primo giugno delle attività di "strutture ricreative" come i centri benessere. Stop anche per le piste da sci.

Secondo il sindaco di Mosca, Sergei Sobyanin, il numero di casi in Russia potrebbe essere "significativamente più alto" di quanto è stato finora rilevato. Per il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, nel Paese "non c'è una vera e propria epidemia". La Russia ha già vietato partenze e arrivi dei voli internazionali ad eccezione di quelli che riportano in patria i cittadini russi.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×