25 ottobre 2020

Esteri

Covid: ecco la situazione fuori dall'Italia

|

|

Covid: ecco la situazione fuori dall'Italia

Nel nostro paese le cose si stanno mettendo male, ma in altri paesi la situazione e ancora peggiore. Il distanziamento fisico e l'igiene sembrano essere la sola soluzione.

Sono 39.266.928 i casi accertati di coronavirus a livello globale, con 1.103.517 milioni di morti. Lo riferisce l'osservatorio della Johns Hopkins University, che dall'inizio della pandemia registra la diffusione dei contagi nel mondo. Il Paese più colpito sono sempre gli Stati Uniti, con 8.048.865 casi accertati e 218.575 decessi

 

Gran Bretagna

La Gran Bretagna supera la soglia dei 700mila contagi dall'inizio dell'epidemia: l'ultimo bollettino del ministero della Sanità registra 16.171 nuovi casi di coronavirus per un totale di 705.428. Il dato odierno è in crescita rispetto ai 15.650 contagi di ieri. I nuovi decessi sono 150 contro i 136 del bollettino precedente.

Al momento sono ricoverati 5.608 malati di Covid-19, dei quali 592 necessitano di ventilazione meccanica. Nelle ultime 24 ore vi sono stati 987 ricoveri

 

Slovacchia

Il primo ministro slovacco Igor Matovic ha annunciato oggi che l'intera popolazione verrà sottoposta al test del coronavirus durante i prossimi tre fine settimana. Per questa operazione verranno approntati 5.997 centri dedicati. Si partirà dai distretti di Tvrdosin, Namestovo, Dolny Kubi e Bardejov, zone con la maggior incidenza di contagio. I test saranno gratuiti, ma non è chiaro se saranno obbligatori. Maggiori dettagli sull'operazione, che vedrà anche la mobilitazione di polizia ed esercito, verranno divulgati dopo una riunione di governo convocata per domani. La Slovacchia conta circa 5,5 milioni di abitanti, ma il test non verrà effettuato sui minori di dieci anni

 

Germania

"Ora dobbiamo fare il possibile per assicurarci che il virus non si diffonda in modo incontrollabile. Ogni giorno conta", ha dichiarato la Cancelliera tedesca Angela Merkel, nel suo consueto intervento settimanale denunciando che la Germania si trova ora "in una fase molto grave"."Vi chiedo di evitare qualsiasi spostamento che non sia davvero necessario, qualsiasi festa che non sia davvero necessaria. State a casa, ovunque voi siate, in qualunque momento sia possibile", ha aggiunto, rivolgendosi ai tedeschi, in un appello alla responsabiilità individuale. "L'estate relativamente rilassata è finita. Ora siamo di fronte a mesi difficili. Come sarà il nostro inverno, il nostro Natale, si deciderà nei prossimi giorni e settimane. Lo decideremo tutti con le nostre azioni".

 

Francia e Belgio

Nelle ultime 24 ore in Francia sono risultate positive al coronavirus 25.086 persone e 122 persone sono morte, ha reso noto la task force che segue l'epidemia. Negli ultimi sette giorni sono state ricoverate in ospedale 6906 persone, 1204 delle quali in rianimazione.

Allarme anche in Belgio, dove sono state annunciate nuove restrizioni: chiudono caffè e ristoranti per quattro mesi, estendendo a tutto il paese la misura già in vigore a Bruxelles. E' quanto scrive le Soir, dopo una lunga riunione del comitato di concertazione del governo. "Le prossime settimane saranno molto difficili", ha detto il nuovo primo ministro Alexander De Croo, annunciando che il paese è al "livello di allarme 4"

Fra le altre misure valide in tutto il paese è stata vietata la vendita di alcool dopo le 20 e imposto un coprifuoco da mezzanotte alle cinque del mattino a partire da lunedì. Il telelavoro diventa "la regola" per tutti i lavori che lo permettono a partire da lunedì. Viene ridotta la 'bolla' dei rapporti sociali ad un solo contatto vicino con un massimo di quattro persone, che devono essere le stesse per due settimane.

Le nuove misure arrivano dopo che il Belgio, un paese di 11 milioni di abitanti, ha registrato una media di 5.976,3 nuovi contagi al giorno fra il 6 e il 12 ottobre. Lunedì si è raggiunto un record assoluto di 8500 contagi e le autorità sanitarie temono di arrivare a 10mila per martedì.

 

Spagna

Nuovo record negativo di casi e decessi in Spagna per il Covid. Nelle ultime 24 ore, registrate ieri, sono stati registrati 15.186 contagi e 222 morti, il dato peggiore di questa settimana. Lo ha comunicato il ministero della Sanità spagnola: in totale i casi sono 936.560 e le vittime 33.775

 

Russia

Il numero di casi di coronavirus in Russia è aumentato di 14.922 unità nelle ultime 24 ore, rispetto ai 15.150 casi registrati precedentemente. In totale, riporta l'agenzia Itar Tass, dall'inizio della pandemia sono stati accertati in Russia 1.384.235 infezioni. I casi attivi sono attualmente 295.034, con un incremento di 6.026 unità. I nuovi decessi accertati sono stati 279, rispetto ai 232 del giorno prima, per un totale di 24.002 vittime dall'inizio della pandemia

 

India

Le autorità sanitarie indiane hanno registrato 62.212 nuovi casi di coronavirus e 837 decessi nelle ultime 24 ore. I casi accertati dall'inizio della pandemia sono ora 7.432.680, per un totale di 112.998 vittime. I casi attivi sono attualmente 795.087, mentre le persone guarite sono state 6.524.595. E' la prima volta, da quando la pandemia ha raggiunto il suo picco in India, che il numero di caso attivi scende al di sotto delle 800mila unità.

Le autorità si stanno concentrando sull'aumento del numero di test in tutto il Paese. Secondo i dati aggiornati a venerdì, sono finora stati effettuati 93.254.017 test per il Covid-19, dei quali 999.090 nella sola giornata di ieri.

Due giorni fa, dopo quasi sette mesi di chiusura, hanno riaperto cinema, teatri e piscine. Negli ultimi giorni, l'andamento della pandemia è sembrato rallentare, con il numero di nuovi casi sceso al di sotto delle 70mila unità al giorno

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×