05/12/2021nubi sparse

06/12/2021sereno

07/12/2021velature lievi

05 dicembre 2021

Treviso

Da Treviso alla Nasa per studiare i fenomeni meteo

Manuela Girotto è una dei 15 finalisti agli Issnaf Awards 2018

|

|

Da Treviso alla Nasa per studiare i fenomeni meteo

TREVISO - Una giovane trevigiana alla Nasa. Manuela Girotto, 35 anni di Treviso, laureata in ingegneria ambientale all'Università di Padova, poi un dottorato in California e la chiamata da Washington, è tra i 15 finalisti degli Issnaf Awards 2018 for Young Investigators in scienze ambientali, astrofisica e chimica. Un premio che omaggia i migliori talenti.

 

Manuela, oggi, per la Nasa è nel team del Global Modeling and Assimilation office e si occupa di ”hydrologic data assimilation". Studia le acque della Terra attraverso i dati e le immagini raccolti dai satelliti per prevedere e studiare i fenomeni meteo. In particolare analizza le cosiddette groundwater, le acque sotterranee indispensabili per l'irrigazione dei campi, il rifornimento delle reti idriche cittadine o i processi industriali. “Uno dei miei ultimi studi - spiega - riguarda l'India. Grazie all'utilizzo dei satelliti è possibile stabilire dove sono collocate le falde acquifere e in che misura e perché si esauriscono al di sotto della superficie terrestre”.

 

Il 22 e 23 ottobre, nel corso dell’evento annuale di Issnaf all’ambasciata italiana di Washington, che gode dell’alto patronato del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, saranno premiati i 5 migliori giovani italiani, nei cinque premi tematici.

 

“La ricerca, la scienza, la tecnologia, l’innovazione e il costante anelito a conquistare nuove frontiere della conoscenza fanno da sempre parte del patrimonio genetico degli italiani – è il commento dell’ambasciatore dell’Italia negli Usa Armando Varricchio –. L’Issnaf, che quest’anno festeggia il decennale della nascita, con i suoi oltre quattromila iscritti rappresenta un’istituzione di riferimento per i numerosi italiani che decidono di compiere studi e ricerche in Nord America. Il ruolo della Fondazione è stato ed è fondamentale per rafforzare i legami e i contatti tra le due sponde dell’Atlantico nei settori della ricerca e della scienza e per mettere in luce con il pubblico americano il ruolo di primaria importanza svolto in questi campi dai cittadini italiani”.

 



Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×