16/01/2022sereno

17/01/2022sereno

18/01/2022sereno

16 gennaio 2022

Vittorio Veneto

Dal weekend tornano nebbia e aria inquinata

Le previsioni di Andrea Costantini

|

|

Dal weekend tornano nebbia e aria inquinata

Cielo grigio e aria inquinata in pianura. È il clima degli ultimi giorni e quello che ci attende nel prossimo fine settimana. Al tecnico meteorologico vittoriese Andrea Costantini, molto conosciuto per il suo portale meteoravanel.it, abbiamo chiesto cosa ci aspetta nei prossimi giorni.

 

Le temperature sono nella media o fa più caldo?

A partire dagli ultimi giorni di ottobre si è consolidato un campo di alta pressione sub-tropicale che apporta temperature anomale in quota, con zero termico persistentemente tra 3500 e 4000m e valori prettamente estivi. Mentre è andata creandosi l’inversione termica in pianura e nei bassi strati atmosferici, caratterizzata da aria stagnante, umida e un po' fresca: le temperature minime risultano ampiamente sopra la media con assenza di gelate, le massime risultano di poco sotto la media a causa dello scarso soleggiamento. Al contempo stanno salendo i valori di polveri sottili (PM 1, 2.5 e 10) che sono principalmente prodotte dalla combustione e che restano intrappolate a causa dell’assenza di rimescolamento dell’aria. In pianura quindi prevalgono cieli grigi con aria inquinata.

 

Si prevede un aumento del fenomeno della nebbia?

Tra mercoledì e giovedì un flusso da est temporaneamente più secco favorirà una parziale dissipazione delle nebbie e delle nubi basse, tuttavia dal fine settimana avremo un nuovo rinforzo dell’alta pressione in quota, con ritorno di condizioni fortemente favorevoli a inversione termica, nebbie e stagnazione di aria ed inquinanti. In montagna condizioni anormalmente miti e cielo sereno con aria secca. Andarci sarà un vero toccasana per chi abita in pianura e respira costantemente l’aria inquinata che sta caratterizzando queste ultime settimane.

 

Per quando sono previste precipitazioni?

La circolazione atmosferica non proporrà significativi cambiamenti per i prossimi 7-8 giorni, e le prospettive a lungo termine tendono a mantenere tale linea di tendenza, con l’Italia sempre ai margini delle grandi depressioni atlantiche, foriere di precipitazioni, come di norma attese in questo periodo. È ragionevole attendersi che non vi siano piogge di rilievo quantomeno nella prima metà di novembre. Il seguito non è in alcun modo prevedibile, così come non lo è l’andamento della stagione invernale.

 

Rs

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×