25 febbraio 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

"Dateci i nostri soldi". Picchetto "a oltranza" alla Doc Mobili

L'azienda ha chiuso a gennaio. 57 lavoratori avanzano migliaia di euro

commenti |

commenti |

FOLLINA - «Gli operai devono sempre essere pagati». Parole di Giuseppe Doimo, fatte proprie dai 57 ex lavoratori della Doc Mobili di Follina (ma, evidentemente, non dai loro titolari), che stamattina hanno protestato davanti al piazzale della ditta di via Fossa, chiusa a gennaio.

Mentre il Gruppo Doimo è nella bufera (sta per chiudere anche la Linea D-Follina Components), 57 lavoratori avanzano svariate migliaia di euro di Tfr, incentivi all’esodo, fondi di previdenza. «Non hanno rispettato gli accordi» tuonano Marco Potente, Filca Cisl, e Virgilio Biscaro, Fillea Cgil. «Il picchetto andrà avanti a oltranza, saremo qui anche lunedì. Dalla proprietà, finora, nessuna risposta». Sul posto, una cinquantina di persone: a dare sostegno morale ai 57 ex Doc, anche qualche collega di altre realtà in crisi del Gruppo Doimo.

Sotto l’occhio vigile di una pattuglia di carabinieri, la mattinata è scorsa senza disordini. Gli operai sono attualmente in cassa integrazione per un anno, fino a febbraio 2014. Il secondo anno di cassa è vincolato al fatto che almeno 14 operai escano volontariamente dall’azienda. E il Gruppo Doimo aveva promesso un incentivo all’esodo di circa a ottomila euro lordi (pagamento in anticipo). Una soluzione approvata da sindacati, lavoratori e Unindustria (a proposito: gli operai sul piazzale si chiedono perché da Treviso non sia arrivata una protesta formale), ma non ancora rispettata. Operai e sindacati lanciano un appello ai loro titolari Laura Doimo, figlia dell’imperatore del mobile Giuseppe, scomparso negli anni scorsi, e Dario Donadel, il presidente. Tra striscioni, campanacci e fischietti, il messaggio è chiaro: «Dateci i nostri soldi».

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

immagine della news

21/06/2018

All'asta il mobilificio Vittoria

Crisi economica, la storica attività di Ormelle ha chiuso i battenti lo scorso anno dopo quasi 50 anni di attività

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×