17 settembre 2021

Italia

Decreto sostegni, stop Imu e canone Rai: ok commissioni Senato

Irap rinviata al 30 settembre. Il provvedimento dovrebbe approdare in Aula domani

|

|

Decreto sostegni, stop Imu e canone Rai: ok commissioni Senato

ITALIA - Stop al pagamento dell'Imu di giugno, esenzione dal canone Rai, rinvio dell'Irap. Sono alcuni degli emendamenti al decreto Sostegni che ha ricevuto il via libera da parte delle commissioni Bilancio e Finanze del Senato. I lavori, rinviati a più riprese nel corso del pomeriggio di ieri, si sono conclusi nella notte conferendo il mandato ai relatori. Il governo ora lavora al maxi-emendamento con le modifiche approvate per poi porre la fiducia. Il provvedimento dovrebbe approdare in Aula a Palazzo Madama mercoledì 5 marzo o al più tardi giovedì 6. Tra gli emendamenti approvati lo stop al pagamento della rata Imu di giugno per i beneficiari dei ristori, l'intervento sulla tassa sull'occupazione del suolo pubblico, Tosap, e l'esenzione dal pagamento del canone Rai per bar, pub e ristoranti.

 

Rinviato al 30 settembre il pagamento dell'Irap da parte delle imprese. E ancora: esenzione Irpef sui canoni di locazione non percepiti. Un altra modifica approvata prevede inoltre il ricorso ai Covid hotel come centri vaccinali per rafforzare con maggiore efficienza logistica la rete dei centri di somministrazione dei vaccini e di dare così il massimo impulso alla campagna vaccinale. In arrivo poi 20 milioni per il 2021 per il fondo per le emergenze delle emittenti locali e cinque milioni di euro al sistema termale per far fronte agli effetti della crisi post Covid. Un emendamento prevede poi che il reddito di cittadinanza sia impignorabile e si configuri come sostegno al sostentamento delle persone povere. Un'altra modifica approvata dalle commissioni istituisce un fondo da 10 milioni di euro per il 2021 per i genitori separati e divorziati che a causa del Covid hanno perso il lavoro, ridotto o cessato la loro attività lavorativa per assicurare la continuità dell'assegno di mantenimento. L'importo massimo sarà di 800 euro mensili. Le risorse ''residue'' destinate alla ricostruzione del ponte Morandi, pari a 35 milioni di euro, potranno essere destinate al viadotto di Genova San Giorgio, prevede un altro emendamento.

 

La proposta di modifica precisa che le risorse ''disponibili nella contabilità speciale intestata al commissario straordinario, potranno essere ''trasferite'' a seguito di ''una ricognizione che ne attesti l'eccedenza rispetto alle esigenze da soddisfare''. Nel 2021 gli autotrasportatori non dovranno versare i contributi all'Authority. La proposta di modifica stabilisce che: ''In considerazione dei gravi effetti derivanti dall'emergenza epidemiologica, al fine di sostenere il settore del trasporto, alle imprese di autotrasporto merci in conto terzi, iscritte all'albo nazionale delle persone fisiche e giuridiche che esercitano l'autotrasporto di cose per conto terzi, non si applica per l'anno 2021 l'obbligo di contribuzione nei confronti dell'autorità di regolazione dei trasporti''. I voucher che le palestre rilasciano ai clienti, a causa delle chiusure, dovranno essere utilizzati entro sei mesi dalla fine della pandemia, prevede ancora un altro emendamento al decreto legge.

 

Le palestre, e in generale i soggetti che offrono servizi sportivi, si legge nella proposta di modifica: ''Possono riconoscere agli acquirenti dei servizi sportivi, alternativamente al rimborso o alla realizzazione delle attività con modalità a distanza quando realizzabili, un voucher di valore pari al credito vantato, utilizzabile entro sei mesi dalla fine dell'emergenza nazionale''. Arriva anche un credito d'imposta del 90% per le attività culturali che hanno registrato un calo di fatturato almeno del 20% nel confronto tra il 2019 e il 2020. Nella proposta di modifica si spiega che ''al fine di sostenere le attività teatrali e gli spettacoli dal vivo, alle imprese che svolgono le suddette attività e che abbiano subito nell'anno 2020 una riduzione di fatturato di almeno il 20% rispetto al 2019, è riconosciuto un credito d'imposta del 90%, quale contributo straordinario'' “Sono molto soddisfatto del lavoro che la maggioranza ha fatto in nelle commissioni Bilancio e Finanze dove stanotte abbiamo chiuso le votazioni sugli emendamenti al Dl Sostegni", ha commentato Daniele Manca, capogruppo Pd in commissione Bilancio a Palazzo Madama e relatore del decreto Sostegni.

 

"Siamo riusciti a portare la dote di risorse destinate agli emendamenti parlamentari da 550 milioni a 770 circa e questo ci ha permesso di lavorare al meglio sul primo obiettivo che ci eravamo proposti: il taglio dei costi fissi per imprese del settore dei pubblici esercizi e del turismo", afferma. "Penso - aggiunge - all’esenzione totale della prima rata Imu, all’esenzione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico fino al 31 dicembre, all’esenzione dell’Irpef sui canoni di locazione non percepiti e all’esenzione del canone Rai per i locali che hanno dovuto chiudere. Molto importante poi è la proroga Irap al 30 settembre annunciata già dal governo e l’intervento sulle misure d’allerta per abbattere l’impatto dell’entrata in vigore del Codice crisi d’impresa". "Ci sono poi - prosegue - una serie di norme, penso a quella sul finanziamento per il completamento dei tre cicli per i dottorandi, al rifinanziamento del fondo per le società sportive dilettantistiche, agli aiuti per il comparto dei bus turistici e per quello delle tv private che non hanno avuto raccolta pubblicitaria e a quello per le start up, che possono essere una boccata di ossigeno per tante aziende. Mi sembra sia stato fatto un buon lavoro e anche come capogruppo Pd in commissione sono soddisfatto: molte delle nostre priorità sono contenute nei testi approvati". Non secondario, infine, conclude, "l’impegno che abbiamo chiesto al governo, attraverso una serie di ordini del giorno, per inserire nel decreto Sostegni 2 alcune misure altrettanto prioritarie: credito d’imposta per le locazioni commerciali, l’esonero della Tari, il tema del costo dell’energia, le risorse ai comuni per il sostegno alle famiglie in difficoltà e le risorse per affrontare il disagio psicologico dei minori. Mi sembra sia stato fatto un buon lavoro evitando di disperdere e frantumare risorse”.

 



Dello stesso argomento

immagine della news

14/04/2021

DL Sostegni: Online le FAQ aggiornate  

Pubblicate sul sito di Agenzia delle entrate-Riscossione le risposte alle domande più frequenti aggiornate con le novità introdotte in materia di riscossione dall’articolo 4 del Decreto “Sostegni” del 23 marzo

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×