02/03/2024pioggia debole

03/03/2024pioviggine e schiarite

04/03/2024pioggia debole e schiarite

02 marzo 2024

Castelfranco

Droni, da divertente passatempo a tecnologia da guerra

L’analisi del prof. Pauletto e degli studenti dell’ITT Barsanti di Castelfranco che stanno scrivendo un libro sul tema con il contributo di Angelo Miatello

|

|

drone

CASTELFRANCO VENETO – Una trasformazione sorprendente quella dei droni negli ultimi anni, passati da oggetto ludico a “macchina da guerra”. Sulla questione ci hanno inviato un interessante riflessione il professor Daniele Pauletto e gli studenti dell’ITT Barsanti di Castelfranco Veneto, delle classi Terze e Quarte Informatica, Logistica, Automazione: doveroso ricordare che l’istituto castellano ha una tradizione molto importante nel settore e sforna da anni esperti in quest’ambito tecnologico. Ma ecco le loro riflessioni e le notizie che ci danno in merito a questi dispositivi. 

Negli ultimi anni, i droni hanno attraversato una trasformazione sorprendente, passando da innocui giocattoli volanti a potenti strumenti di guerra.
Inizialmente, i droni sono entrati nelle nostre vite come semplici gadget divertenti. Appassionati di tecnologia e curiosi di ogni età hanno sperimentato il piacere di pilotare questi piccoli veicoli volanti, catturando panoramiche aeree e registrando video mozzafiato. Il cielo sembrava essere il limite per la creatività e l'intrattenimento che i droni potevano offrire.

Tuttavia, la tecnologia dei droni ha rapidamente evoluto, spingendosi ben oltre il mero divertimento. Le forze armate di tutto il mondo hanno abbracciato questa innovazione, trasformando i droni in veri e propri strumenti di guerra. La capacità di sorveglianza, l'attacco mirato e la riduzione del coinvolgimento umano sul campo di battaglia sono solo alcune delle caratteristiche che hanno reso i droni un asset cruciale nelle operazioni militari moderne, basti pensare all'Ucraina. Con questa trasformazione accelerata, sorgono inevitabilmente domande etiche cruciali. Come possiamo bilanciare l'uso militare dei droni con la necessità di proteggere i civili e rispettare i diritti umani? C'è anche spazio per un utilizzo positivo della tecnologia dei droni?

Il dilemma etico si concentra su come bilanciare l'efficacia militare dei droni con la necessità di proteggere i civili e rispettare i diritti umani. Il futuro dei droni si trova su una linea sottile tra il potenziale distruttivo e le opportunità costruttive. Nove anni fa avevamo pensato di impiegarli nel trasporto dei farmaci e nel Soccorso in caso di alluvioni, terremoti. La sfida è trovare un equilibrio tra il potenziale distruttivo e le opportunità costruttive che i droni offrono, e per questo che stiamo terminando di scrivere un libro sul tema, con il contributo di Angelo Miatello.
Mentre ci confrontiamo con le sfide, dobbiamo anche esplorare le possibilità positive che i droni possono ancora offrire per migliorare la nostra vita quotidiana e contribuire al bene dell'umanità.



Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×