09/12/2022rovesci di pioggia

10/12/2022pioggia debole

11/12/2022pioviggine

09 dicembre 2022

Nord-Est

Elettricista morto, i sindacati: "Provincia al primo posto per le morti bianche" 

Ugl: "Il Governo apra un tavolo sulla sicurezza"

| Ansa |

| Ansa |

Elettricista morto, i sindacati:

VERONA - "Anche oggi l'elenco delle morti sul lavoro si allunga di una vittima. Un operaio, non dipendente dell'azienda, quindi esterno, che ancora una volta nessuno ha messo nelle condizioni di capire, conoscere ed essere consapevole dei rischi". Lo scrivono in una nota congiunta i sindacati Cgil, Cisl e Uil di Verona dopo la morte di un elettricista 40enne, investito da un autotreno nel parcheggio esterno di Ingessil, ditta che produce silicati. "Oggi Verona raggiunge la quota di 17 morti bianche, ancora prima in Veneto - sottolineano i sindacati -.

A quanto pare la sicurezza nei luoghi di lavoro non trova strumenti di sostegno, nessuna priorità per la tutela della vita delle persone. Serve una svolta. Va rivisto il modello. Il sistema Spisal va messo nelle condizioni di diventare un organismo di assistenza, consulenza e vigilanza che affianchi ogni azienda, nessuna esclusa, nell'accompagnamento alle implementazioni delle misure di prevenzione e protezione" conclude la nota.

"A nome dell'Ugl esprimo cordoglio alla famiglia dell'elettricista 40enne investito nel parcheggio esterno di una ditta che produce silicati a Verona, nella frazione di Montorio. In attesa degli accertamenti ad opera delle forze dell'ordine ribadiamo sgomento e indignazione di fronte ad un tragico infortunio mortale sul luogo di lavoro che si doveva e poteva evitare". Lo dichiarano in una nota congiunta Paolo Capone, segretario generale Ugl, e Leonardo De Marzo, segretario veneto del sindacato. "Occorre intervenire subito - aggiungono - rafforzando i controlli e la formazione sulla sicurezza per porre fine a questa intollerabile strage quotidiana. Chiediamo al Governo di aprire quanto prima un tavolo con le parti sociali per implementare gli strumenti a tutela della prevenzione e prevedere un Piano nazionale sulla sicurezza. Con la manifestazione 'Lavorare per vivere', l'Ugl intende sensibilizzare le istituzioni e l'opinione pubblica sul tragico fenomeno delle 'morti bianche'", concludono Capone e De Marzo.

Il tragico episodio di Verona Montorio è "l'ennesima morte sul lavoro che sta funestando la nostra regione". Lo sottolinea in una nota il segretario generale di Uil Veneto, Roberto Toigo. "Quando non si è ancora spenta l'eco per la tragica scomparsa del giovanissimo Giuliano, nel Veneziano - prosegue Toigo - oggi ci tocca aggiornare il computo delle vittime. Sembra che tutti gli sforzi messi in campo per arginare questo fenomeno siano insufficienti. Ciò vuol dire che bisogna fare di più, non ci si può rassegnare all'idea che questi eventi siano inevitabili. La cultura della prevenzione deve entrare in tutti i posti di lavoro, deve essere insegnata a scuola, deve diventare patrimonio comune. Tenere alta la guardia su questo tema è fondamentale. Anche per questo - conclude - il prossimo 22 ottobre, ci sarà una manifestazione unitaria di Cgil Cisl e Uil a Roma sulla sicurezza".

LEGGI ANCHE

Elettricista muore in azienda, travolto da un mezzo

 


| modificato il:

Ansa

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×