23 settembre 2020

Benessere

Fase 2: Nessuno tocchi Ippocrate, 'i supereroi non devono usare il bagno'.

| AdnKronos |

| AdnKronos |

Fase 2: Nessuno tocchi Ippocrate, 'i supereroi non devono usare il bagno'.

Roma, 18 mag. (Adnkronos Salute) - "I supereroi non devono fare pipì!". E' successo questa mattina in un noto locale di via Toledo, a Napoli, secondo quando denuncia l'associazione Nessuno tocchi Ippocrate in un post su Facebook, in cui sottolinea: "Se un locale è aperto al pubblico deve offrire tutti i servizi! I protocolli di sicurezza citati nel decreto" sulle riaperture "sono il distanziamento sociale, l'igiene delle mani, l'uso di mascherine e guanti. Se il presidente del Consiglio ha permesso di sedersi al bar con adeguato distanziamento automaticamente si concede l'utilizzo dei servizi igienici (come si sanificano i tavoli e le sedie si sanificano i bagni)".

"Una postazione 118 tipo India, libera da intervento - raccontano - si è fermata in un bar per prendere 2 bottigliette di acqua. Dopo aver pagato, il soccorritore chiede di usufruire del bagno (visto che l'ambulanza in questione non ha una postazione fissa con servizi igienici), la risposta del gestore è stata un secco 'no, voi non potete usare il bagno!' Dopo tale rifiuto l'equipaggio, basito e senza replicare, rientra in ambulanza e si allontana".

"Complimenti al gestore", commenta l'associazione, che "per completezza di informazioni" riporta il decreto Conte: "Da lunedì 18 maggio riaprono i negozi di vendita al dettaglio, i servizi legati alla cura della persona, estetisti, ristoranti, bar, pasticcerie, pizzerie, gelaterie, pub, sempre rispettando le misure e i protocolli di sicurezza. Stiamo affrontando un rischio calcolato nella consapevolezza che la curva dei contagi potrà tornare a salire. Dobbiamo accettarlo altrimenti non potremo mai ripartire, dovremmo aspettare la scoperta e la distribuzione del vaccino ma non ce lo possiamo permettere, ci ritroveremmo con un tessuto produttivo-sociale fortemente danneggiato. Sono consapevole che il decreto Rilancio non potrà essere la soluzione di tutti i problemi ma stiamo dando una mano a chi può ripartire".

 



AdnKronos

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×