02 luglio 2020

Lavoro

Fase 2: 'Rialzati Italia', piattaforma digitale per export eccellenze del food.

| AdnKronos |

| AdnKronos |

Roma, 27 mag. (Labitalia) - Creare una piattaforma a livello mondiale per esportare i prodotti italiani del food, garantendone la tracciabilità dell’origine controllata. Protagonisti gli imprenditori della ristorazione e dell’ospitalità, chiamati a segnalare ed esaltare le eccellenze locali che nessuno conosce meglio di loro. Nel momento più difficile per gli esercizi commerciali, colpiti dall’emergenza Covid-19, Stefano Versace e Omar Bertolla hanno lanciato il progetto 'Rialzati Italia'. Obiettivo: nuove fonti di reddito per gli imprenditori del food e dell’ospitalità, coinvolti come ambasciatori del made in Italy della propria provincia da valorizzare nel mondo, e per le aziende produttrici del settore. Stefano Versace è noto per aver creato la più grande catena di gelaterie italiane degli Stati Uniti, mentre Omar Bertolla è uno specialista del digitale e della tecnologia blockchain. Annunciata in anteprima con una diretta Facebook, la loro iniziativa ha già raccolto oltre 1.000 candidature di ristoratori, gestori di esercizi commerciali, albergatori, interessati a partecipare.

“Ristoratori, albergatori ed esercenti - sottolinea Stefano Versace - oggi sono in testa alla filiera dell'agroalimentare italiano con oltre 20 miliardi di acquisti. Le eccellenze individuate grazie alle loro segnalazioni saranno inserite in un catalogo digitale di prodotti made in Italy selezionati, certificati e tracciati tramite blockchain. Questi prodotti verranno poi promossi tramite e-commerce in vari Paesi, anche attraverso network internazionali di emittenti commerciali, e distribuiti su molteplici piattaforme a livello globale. Firmiamo il primo accordo con uno dei maggiori canali televisivi commerciali degli Stati Uniti. Vogliamo trasmettere passione per i prodotti italiani, creando valore con nuove storie di eccellenza italiana da esportare”.

Ai ristoratori e agli altri esercenti il lavoro di segnalazione e selezione, strutturato tramite piattaforma certificata, verrà retribuito in percentuale sulle vendite di prodotto. Le potenzialità per i partecipanti sono enormi: attualmente il made in Italy nel mondo genera un fatturato di 210 miliardi di euro, di cui 56 miliardi negli Usa e 60 in Cina. Quella italiana è la seconda cucina più conosciuta ed esportata dopo la cinese. “La nostra piattaforma - spiega Omar Bertolla - potrà distribuire ritorni a tutti: da chi contribuirà alla selezione a chi lavorerà alla promozione, distribuzione e certificazione. Il sistema sarà favorito dall'utilizzo della tecnologia per certificare, catalogare e raccontare in maniera efficace i prodotti”. “In questo momento di grande difficoltà - tengono ancora a sottolineare Versace e Bertolla - questo è il nostro contributo al mondo del food e dintorni: offrire ai nostri imprenditori la possibilità di ottenere reddito, acquisendo nello stesso tempo nuove competenze di gestione e vendita che saranno fondamentali nella competizione del mondo di domani”.

 



AdnKronos

Ricerca Lavoro

Cerchi lavoro? Accedi al nostro servizio di ricerca. Seleziona tipologia e provincia e vedi le offerte proposte!


Cerca ora!

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×