29 marzo 2020

Oderzo Motta

La febbre alta che non scende, poi il ricovero: Ennio muore a 53 anni per epatite fulminante

L'ultimo saluto giovedì pomeriggio in chiesa a Mansuè, paese d'origine

| Gianandrea Rorato | commenti |

| Gianandrea Rorato | commenti |

MANSUÈ - Saranno celebrati giovedì alle 15 a Mansuè i funerali di Ennio Vendramini, 53 anni, deceduto martedì scorso in ospedale a Verona per un'epatite fulminante. 

L’uomo, residente a Lutrano di Fontanelle ma originario di Mansuè. martedì scorso era stat visitato in Pronto Soccorso a Oderzo a causa della febbre alta che non scendeva. 

Da qui è stato deciso il trasferimento in Ospedale di Verona, dove è avvenuto il decesso. Dopo gli accertamenti del caso, la salma è stata restituita alla moglie Liliana e ai due figli Luca e Giulia.

Mercoledì alle 19,30 sarà recitato il Santo Rosario nella Parrocchiale. Vendramini lavorava nel centro direzionale dei Supermercati Visotto a Motta di Livenza.

Aveva cantato nel coro parrocchiale di Lutrano, faceva parte del comitato della casa di riposo di Roncadelle.

 



Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×