25 febbraio 2020

Mogliano

FEISBUK! IL ROMANZO

Le affinità elettive ai tempi del Web 2.0

| commenti |

| commenti |

FEISBUK! IL ROMANZO

Treviso - Amori, passioni, ricordi che si credevano persi ritornano in scena.
Può Facebook sconvolgere le nostre vite?

Questo l'interrogativo di "Feisbuuc", il romanzo che sta nascendo dalla penna, o meglio dalla tastiera, del giovane giornalista Lorenzo Pezzato.

Nato a Venezia ma da anni residente a Roncade, Pezzato si occupa della rigenerazione e del riutilizzo di prodotti tecnologici. Accanto all'amore per l'ambiente coltiva la passione per la scrittura e per i nuovi mass media: è autore di romanzi, racconti e testi per il teatro, si occupa di web e blog.

Il romanzo "Feisbuuc" si articola attraverso gli occhi della protagonista, ma il suo non sarà l'unico punto di vista su una situazione gravitante intorno a Facebook che vedrà coinvolti anche altri personaggi, che insieme affronteranno le impreviste evoluzioni delle loro vite quotidiane, trasfigurate dalle potenzialità dello strumento web.

Il rimando, voluto, è alle Affinità Elettive di Goethe, in versione ventunesimo secolo.
La storia ha origine da discussioni su Facebook (come mezzo e come argomento) che l'autore ha avuto con una cara amica.

La diffusione esponenziale del social networking apre nuovi interrogativi, modifica le nostre abitudini, e forse a lungo termine farà sorgere dei nuovi usi e costumi, facendone tramontare altri.

I social network non cambiano solo il nostro modo di vivere le relazioni ma possono stravolgere anche le vecchie regole editoriali. Il social network ha la capacità di modificare anche la struttura, il sistema dell’editoria moderna, il rapporto tra autore, editore e lettore.
Ieri un autore doveva cercare un editore per trovare un pubblico. Oggi un autore può cercare un pubblico per trovare un editore.

I lettori possono già leggere il romanzo-progetto in fieri: Pezzato sta pubblicando sul suo blog (www.lorenzopezzato.it) e in Facebook stralci del testo in progress, i capitoli, e alla fine l'intero romanzo.

"Condividere i capitoli del romanzo - spiega - nel momento in cui vengono scritti è un modo per amplificare la riflessione su questo fenomeno che per alcuni è moda, per altri hobby, incubo, lavoro, e per altri ancora assolutamente insignificante".

 

In alto: Lorenzo Pezzato - Sopra: la copertina di Feisbuuc

 

Leggi altre notizie di Mogliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×