26/01/2022nuvoloso

27/01/2022nebbia

28/01/2022parz nuvoloso

26 gennaio 2022

Conegliano

FELETTO SICURA: DALTO RISPONDE A TONDATO

570 le ore di vigilanza

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

San Pietro di Feletto - Dopo la recente proroga concessa dalla Regione Veneto al progetto di sicurezza già avviato a San Pietro di Feletto, il capogruppo della minoranza in consiglio comunale, Maurizio Tondato, aveva manifestato i suoi dubbi sull'effettiva valenza del progetto.

"L’amministrazione Comunale - così si era espresso Tondato (in foto) - non ha garantito i servizi di sicurezza entro i termini previsti dal progetto e quindi è stata costretta a spalmare gli stessi servizi un tempo più lungo, più una nota di demerito che di merito". E precisava in una sua nota come il prolungamento del progetto si sarebbe tradotto in "due ore complessive ogni due settimane da parte dei vigili di Pieve di Soligo sino al 31 luglio".

Pronta replica ieri in una conferenza stampa da parte del sindaco Loris Dalto (in foto), che come prima cosa ha voluto precisa che non sono 2 ore ogni 15 giorni - come dichiarate dall'opposizione - bensì due sere la settimana quelle in cui sono impiegati gli agenti della polizia locale per i servizi di vigilanza, dalle 18,30-19,00 alle 23,30-24,00.

Il progetto "Feletto Sicura" ha già visto impegnati per 570 ore (dal 13 ottobre 2009 al 31 marzo 2010) tre vigili dipendenti del Comune di Pieve di Soligo che operano su territorio felettiano grazie ad una convenzione, rinnovata lo scorso 22 marzo. I tre vigili svolgono questo servizio al di fuori delle loro 36 ore settimanali, grazie all'istituto dello straordinario.

"Sono mesi che il consigliere Tondato chiede copia e accesso alla documentazione più disparata e impegna gli uffici per fornirgli copia di tutto e di più - afferma il sindaco Loris Dalto - Però si è ben guardato dal chiedere copia dei cartellini di presenza degli agenti per verificare quando e quanto siano presenti!".

"Feletto Sicura" impegnerà fino al 31 luglio i tre agenti per altre 390 ore. "Il Comune di San Pietro di Feletto è quello che spende di più dopo Conegliano (24.878 euro): 17.734 euro contro i 4.652 euro di Godega Sant’Urbano e i 4.207 di San Fior" precisa il sindaco.

Infine, il Comune di San Pietro di Feletto non ha chiesto, precisa l'amministrazione, alcuna proroga del progetto alla regione. La proroga è stata concessa perchè il comune capofila del progetto, Conegliano, si è fatto portavoce per altri comuni, San Fior e Godega. A beneficiare della proroga sarebbero ora tutti i sei i comuni aderenti al progetto.

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×