04 agosto 2020

Montebelluna

Film d’autore contro la noia da pandemia

Il Moffe film festival lancia una belle iniziativa di promozione culturale

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Moffe sul divano

PEDEROBBA “Il Moffe sul Divano - Pellicole d’autore per pensare ad un futuro migliore”: è il titolo di una piacevole quanto utile iniziativa del Moffe film festival che fino a fine mese, ogni due o tre giorni, sulla sua pagina Facebook e sul sito www.moffe.it pubblica i link dei documentari resi disponibili grazie alla collaborazione e alla generosità degli autori stessi o già distribuiti gratuitamente su piattaforme aperte.

“In attesa di capire se quest’estate si potrà tornare tra prati, borghi e piazzette, e anche per dare il nostro piccolo contributo alla campagna #IoRestoAcasa#, il Moffe ha lanciato sabato 11 aprile la sua piccola rassegna cinematografica casalinga – spiegano gli organizzatori -… raccoglie oltre una decina di documentari già proposti nelle edizioni passate del festival estivo trevigiano e non solo. L’intento è di provare a trasformare questo periodo, così pieno di interrogativi e dubbi, in occasione di riflessione su quello che era il prima, su quello che è l’oggi e su quello che sarà il domani. La voglia è di pensare con positività al futuro: una positività “leggera” ma profonda e ragionata attraverso le parole chiave della sostenibilità ambientale, della cooperazione, della riscoperta del territorio, della tutela del paesaggio e molte altre contenute nei lavori scelti”.

Tra le pellicole in programma “Il Viandante del Sole” di Dimitri Feltrin, il regista Michele Trentini con “Piccola terra”, un racconto sul valore universale del legame dell’uomo con la terra, e "Cheyenne, trent'anni" che racconta i trent’anni di Maria Cheyenne Daprà, una ragazza di montagna che ha fatto una scelta coraggiosa, decidendo di lavorare con le pecore”, i corti “Percorsi umidi” di Maria Conte e Andrea Piovesan e “Terra di Mezzo” di Maria Conte, il road movie “La Transumanza della Pace” di Roberta Biagiarelli. Non mancheranno le collaborazioni con chi già collabora con il Moffe, intanto si inizia con CombinAzioni festival per far vedere le pellicole di Alessandro Scillitani, autore proposto insieme negli anni passati.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×