05/02/2023coperto

06/02/2023molto nuvoloso

07/02/2023velature lievi

05 febbraio 2023

Nord-Est

Furto di gioielli, militari e cittadini trovano bottino

Banditi avevano rubato preziosi per 50 mila euro

| Ansa |

| Ansa |

Furto di gioielli, militari e cittadini trovano bottino

VENEZIA - I carabinieri di Venezia, con l'aiuto di alcuni cittadini, hanno recuperato un rotolo di preziosi del valore di 50 mila euro, precedentemente rubati in una gioielleria di Burano. I fatti risalgono alla scorsa settimana. Con la scusa di acquistare un orologio, due malviventi si sono fatti aprire la cassaforte dal titolare del negozio; approfittando di un attimo di distrazione dell'uomo, hanno rubato il rotolo di gioielli, dandosi subito alla fuga. L'esercente, supportato dal alcuni residenti del posto, si è messo all'inseguimento dei banditi, in attesa dei carabinieri, che hanno intercettato i malviventi poco distante, uno nei pressi di un imbarcadero, l'altro a bordo di un vaporetto. Della refurtiva, però, non c'era più traccia: con ogni probabilità i ladri hanno approfittato della distrazione degli inseguitori per nasconderla in un parco poco distante dal luogo del furto. Condotti in caserma per le formalità di rito, sono stati denunciati a piede libero.

Una volta rilasciati, i militari, indossati abiti in borghese, hanno pedinato la coppia, sospettando potesse recarsi a recuperare i gioielli rubati. E così è stato: dopo aver fatto più volte il giro dell'isola a bordo di un taxi acqueo per sviare gli investigatori, sono tornati nei pressi del parco giochi. Qui, mentre erano in procinto di recuperare il rotolo, sono stati riconosciuti da alcuni isolani, i quali, inconsapevoli del fatto che i carabinieri li stessero pedinando, li hanno messi nuovamente in fuga. A quel punto, i carabinieri, aiutati dagli stessi cittadini, hanno sottoposto l'area al setaccio, e dopo alcune ore sono riusciti a trovare la refurtiva, riconsegnata poi al legittimo proprietario.

 


| modificato il:

Ansa

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×